CANZONI CONTRO LA TEMPESTA – Il venerdì sera del TH Summer Garden

Parole di Paolo Cunico
Photostory di Matteo Leonardi

È con un sorriso grande grande che entro al TH Summer Festival la sera di venerdì 30 giugno: sarà perché sfoggio un’irresistibile camicia con i tucani o perché è sempre bello poter vedere dei bei concerti così vicino a casa, senza dover curarsi della logistica (chi guida? Con che macchina? A che ora si parte?). Ma questo clima euforico è costretto a dover fare a pugni con il maltempo, più si avvicina l’ora dei concerti e più il cielo si incupisce, lasciando presagire solo cose brutte.

Dopo un panino al volo mi siedo ad ascoltare Lo Strano Frutto: progetto solista del chitarrista e cantante dei Muleta e I Melt. Teno propone un repertorio fatto di canzoni nuove e dei Muleta proponendo uno show intimo (e per pochi intimi) che sa sempre come lasciare il segno.

Poco dopo sul palco sale Colombre ed il cielo inizia a sgocciolare; questo purtroppo a parere mio ha scoraggiato molti potenziali avventori del festival, dal momento che in pochi hanno voglia di pagare per rischiare di non vedere gli eventi causa pioggia.

Nonostante il tempo minaccioso Giovanni Imparato e soci non si fanno intimorire suonando molto bene e colpendo i, ahimè pochi, presenti sotto il palco. Le tracce di pulviscolo spaziano fra atmosfere più allegre a quelle più rabbiose (come nel singolo Blatte) ma sono tutte accomunate da una grande energia e gioia di suonare.

Nonostante il bel concerto, Colombre non è riuscito a scacciare la pioggia. A riuscire nell’impresa sarà il freschissimo Giorgio Poi, autore a mio parere del disco dell’estate. Il buon Giorgio scaccia il maltempo con tutta la sua freschezza firmando, assieme alla sua band, un grandissimo concerto che riporta il sorriso sul volto di tutti i presenti. I pezzi di Fa Niente sono eseguiti magistralmente, e conquistano inevitabilmente anche persone che non avevamo mai sentito parlare del nostro compatriota da porco rincasato a Bologna.

A chiusura della serata i Canova, il gruppo che in assoluto ha portato la maggiore fetta di pubblico alla serata, che con il loro pop fanno letteralmente strage di cuori, e non solo femminili. Sono in molti a canticchiare le note di questa band che suona veramente bene e sa essere una bella presenza sul palco. Il cantante si districa con disinvoltura tra pezzi alla chitarra ed al pianoforte, dimostrando di non essere su quel palco per caso. Nonostante il mio cuore non fosse ancora sazio del grande Giorgio Poi complimenti ai Canova a anche agli organizzatori del TH Summer Garden, che si confermano come i promotori dell’unico evento musicale interessante a Thiene.

Leggi tutti gli articoli su Canova
Leggi la recensione Le lettere d’amore di Giorgio Poi

 

Avatar
About Paolo Cunico 63 Articles
Nato sotto la stella dei Radiohead e di mani pulite in una provincia dove qualcuno sostiene di essere stato, in una vita passata, una motosega.

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. TH Summer Garden – Le foto dell'ultima serata | | Piu o Meno POP
  2. TH Summer Garden – Le foto della seconda serata | | Piu o Meno POP

I commenti sono bloccati.