Cinco de Mayo, Messico Senza Nuvole

A cura di Loupino

Certo, ci vuole coraggio a leggere e ad ascoltare. Quando provi a buttare giù sorsi di caffè scadente e ti accorgi che il tempo ti passa davanti. A nessuno importa cosa diavolo ci sia scritto nel tuo curriculum. L’ennesima prova di coraggio, mi spingeva ad entrare al pub numero 20. Non era il civico del locale. Era semplicemente la conta dei titolari. Uno per uno e uno più uno a dirmi: “le faremo sapere”.
Imperterrito, provai ancora a incannare e ingannare la speranza di diventar garzone in terra d’albione. Quel pub numero 20, mi rimase impresso per la presenza di una comitiva autoctona di italiani. Forse lì in vacanza a perdere tempo, intrattenevano la sala interpretando il “meglio” della cultura italiana. Ad un tratto, una delle signore si fece distrarre da un colorato manifesto appeso sotto al bancone. Avvicinandosi con cautela, non perse tempo nell’attirare l’attenzione del resto della ciurma.

Maria Chi? Maria chi? A gridare e a ridere. A ridere e a gridare, Maria Chi? Maria Chi?
Certo, ci vuole coraggio a leggere e pazienza sopratutto ad ascoltare. Ma quale Maria chi oi signo’, gli urlai contro: Mariachi, MARIACI. Mariacci Tua Signora, fossi nato romano e imparato, glielo avrei detto. Era il cinco de mayo, festa messicana. Stampati sul poster, una banda di Mariachi rappresentanti del folklore caratteristico del messico occidentale, in lista in serata, a intrattenere i clienti del pub.

Il Cinco de Mayo, cinque di Maggio, è la commemorazione dell’orgoglio del popolo messicano a seguito dell’inaspettata vittoria contro l’esercito francese nella battaglia di Puebla. Col tempo, la ricorrenza diventa la festa per eccellenza della cultura messicana. Non una festività nazionale ma ufficiale solo nello stato di Puebla, poichè è il 16  di settembre il giorno di indipendenza e liberazione dalla dominazione Spagnola. Qualcosa di simile nel delirio di St Patrick’s day,  ma con molto più calore e ritmo, colore e movimento. Brixton, è il luogo che ospita la festa della comunità messicana Londinese, e lo fa con una tinta totalmente pop. Brixton pop. Una gentrificazione di sentimenti e di atteggiamenti, a due passi dallo storico Brixton market. Un locale post-moderno, dove i container colorati, incantano con effetti speciali “Gioia Tauro”. Un porto di gente fatto di comunità Latina mescolata a quella caraibica, è merce rara. Tra Electric Avenue e i barrier block di Coldharbour Lane.  Fino a Vauxall e Elephant & Castle. Al di sotto del Tamigi oggi ci sta un grande Barrio Latino. Nella “piazza” del Brixton Pop, accompagnano i suoni, il sapore dei tacos, gli shot di tequila e una “Trump Pignata” da far cadere giù. Per una volta appare tutto perfetto. Messico senza nuvole. Nessuna faccia triste dell’america, il sole splende su tutto il Movimientos: un collettivo di amanti di musica latin, che dal 2011 promuove in UK artisti Africani, Andini, Caraibici e in particolare quelli con influenze spagnole. Sonorità che spopolano dal Folk roots al Latin Jazz, Salsa & Samba. Ancora, Cumbia, Ska, Flamenco, the urban beats of Hip Hop e il Reggaeton. Talvolta Movimientos si spinge forte su elettronica e nuove forme di sperimentazioni musicali. Cinco de Mayo in Movimientos. Callum Simpson, aka DJ Cal Jader, a riferimento di Callen Radcliffe “Cal” Tjader, Jr musicista americano latin conosciuto come il maggior non-Latino Latin musician, organizza con cura i particolari della fiesta. Dalle decorazioni alle presentazioni,  sul palco, una tremenda lista di artisti.

Malphino, il top della cumbia in UK, presentano il tanto acclamato primo LP, Visit Malphino. Composta da musicisti provenienti dal Giappone, Malesia, Colombia, Francia, Uk, tutti di stanza a Londra, si definiscono una “mysterious band from an imaginative tropical island of the same name that plays cumbia and a heady mix of exotic sounds”. Malphino è uno di quegli esempi musicali che rompe le barriere e i pregiudizi. Probabilmente la cosa migliore da ascoltare per avvicinarsi – senza farsi male – alla Cumbia e alla Colombia.

Borchi y Su Doble Redoble, arrivati dritti e precisi direttamente da Coyocan District of Mexico City: Fusing hip hop breaks with brass band fire, Carnival y Mardi Gras to the urban dancefloor. Paolo Borchi, prima MC poi produttore e remixer, gestice anche la netlabel Cassette blog, insieme ad Andres Oddone con cui condivide il duo-dj Retumba.

Coco Maria, DJ Messicana d’origine e Berlinese d’adozione, selezionatrice di accurati e rari ritmi tropical.

Mestizo Folklore and Atlachinolli Aztec Dance a danzare coi costumi di rito, nel mentre la “Trump Pignata” viene fatta a pezzi dalla folla.

Inoltre c’è spazio anche per il fantasista del ritmo, me medesimo Loupino, a tenere alta la cadencia, prima e dopo la performance delle Mariachi Las Adelitas. Una formazione tutta in femminile a proporre un repertorio di classici Mariachi, intervallato da brani più o meno pop in Mariachi style. Vaglielo a dire adesso a quella signora maledetta del pub che aveva ragione. A gridare e ridere. A ridere e gridare. Una delle cinque ragazze delle Las Adelitas, si chiama proprio Maria. Maria Chi?

 

Cinco de Mayo at Brixton Pop

 

Malphino

Leggi tutti gli articoli di Topico Tropico

Redazione
About Redazione 3182 Articles
di +o- POP