PAT ATHO torna a Cosenza – 9 Febbraio Presentazione del libro di Lidio Ettore e live del cantautore folkpunk romano

Venerdì 9 Febbraio 2018 allo Spazio anarchico L’unanera di Cosenza

presentazione del libro:
Lidio Ettorre – le memorie di un perseguitato politico antifascista – Edizioni La Faggija – 2017

 concerto:
PAT ATHO (folk punk & story teller da Roma)

© Alessandro Aloe (Moriarty)

• ore 20:00 cena vegan
• ore 21:00 presentazione con la presenza dei curatori
• ore 22:30 concerto di Path Ato (folkpunk da Roma)

sarà fruibile la “distro” e la biblioteca

 

“La faggija nel dialetto abruzzese è la falce. Strumento ancestrale della tradizione contadina, ma non solo. Mille usi, mille funzioni. Dal raccolto, alla pulizia dei terreni. A seconda della grandezza della falce, si parla di faggiatt o di falgion, a secondo che si stia parlando di quella piccola o di quella grande. A seconda di cosa abbiamo a che fare. Con “lu falgion” anche la morte ha che fare: è proprio quello infatti lo strumento che impugna nelle raffigurazioni classiche il soggetto scheletrico col mantello raffigurante la morte.
Mille usi, mille significati. Dicevamo. 
L’evidenza è che la falce, in qualunque sua “veste” taglia, recide. Taglia l’erba e recide la vita nella raffigurazione mortifera. Taglia quindi la materia, ma anche ciò che di intimo può esserci. Ma nei suoi usi contadini questi tagli sono salvifici, vitali, necessari. In questi suoi usi la falce è anche e soprattutto strumento di raccolta, di sopravvivenza. Con fatica.
Ad ogni modo la falce è un presagio: di buona o cattiva sorte. Di raccolti o di funebre rappresentazioni.
Sintetizzando quindi è un taglio netto nel presente, ma che proprio grazie al passato può esplicare la sua funzione. E può permettere di ripartire.
Queste edizioni nascono in quest’ottica, da un territorio ben delineato e non ci riferiamo solo ad un territorio geografico. Certo anche quello, colmo di significati e di lotte molto spesso rimaste nell’ombra, soverchiate dalla storiografia ufficiale o dalla “grande” storia. Ed è proprio a queste storie, considerate minori, che cercheremo di dare voce. Ma quando parliamo di un determinato territorio ci riferiamo anche e soprattutto a quello del conflitto sociale, all’aspro terreno delle lotte per l’emancipazione e per la giustizia sociale. La faggjia continua nel solco di queste lotte, intende riconoscerne gli strumenti, rivitalizzarli, riusarli. Vuole recidere questo presente così avaro di spinte emancipatrici ed essere un presagio… di minaccia o di raccolta a seconda di chi abbiamo a che fare”.

Leggi anche: Pat Atho: la classe lavoratrice canta la sua storia a Cosenza

Redazione
About Redazione 3220 Articles
di +o- POP