Ian Fisher: “Koffer”, una valigia piena di musica

ian-fisher-koffer

Tracklist:

1 – If You Wanna Stay
2 – Candles For Elvis
3 – Koffer
4 – Thinking’ About It
5 – The Way To Go
6 – Seriously Who
7 – Settlin’ In
8 – Whole Lotta Room
9 – Hail Mary
10 – Koffer (Acoustic Demo)
11 – Nothing

 

Da pochi giorni è uscito in Italia per Rocketta Records l’ultimo lavoro in studio di Ian Fisher, cantautore folk di origine americana trasferitosi all’età di 21 anni in Europa. Si tratta di un musicista “zingaro”, senza patria, che ama viaggiare, Berlino e Vienna due delle sue città d’adozione. Oltre ad aver scritto negli anni centinaia di brani, Ian è sempre in giro per concerti e tour e ha partecipato a diversi festival musicali europei.

Naturalmente la sua arte, i suoni, la scrittura dei brani risentono della sua vivacità culturale e dei suoi spostamenti. Così in “Koffer”, questo il nome del suo ultimo album che, guarda caso, in tedesco significa proprio valigia, c’è molta Europa, in particolare Berlino che riesce a contaminare col suo fascino e la sua forza musicale i brani di Ian che tuttavia mantengono anche  la dolcezza e la malinconia propria del folk americano.

Si tratta di una raccolta di singoli scritti lungo un percorso di dieci anni e registrati nell’arco di cinque, importanti, fondamentali per Ian che in un’intervista ha dichiarato:

«Una canzone che non posso condividere con gli altri è come un peso morto, come un bagaglio da portare con sé senza mai poterlo disfare».

L’album è energico, chiaro l’intento di presentare ciascun pezzo come fosse suonato dal vivo, con la stessa energia e urgenza comunicativa. “If you wanna stay”, uno dei singoli che ha anticipato l’uscita dell’album, scaturito da uno dei suoi tanti ricordi-racconti di viaggio, è una ballata country-folk. “Candles for Elvis”, un pezzo velatamente anti-Trump nelle dichiarazioni del musicista, è decisamente più rock, furbo e orecchiabile.

Altrove ritmi più lenti e malinconici si fanno spazio in pezzi folk struggenti e malinconici come in “Thinkin’about it”.

“Koffer”, la title track è il pezzo più grintoso e ben confezionato, molto interessante sia nella sua versione originale, che in quella acustica, accompagnata da chitarra acustica e violino.

 

Visto che la dimensione live è quella che più si addice al cantautore americano, sarà bene non perdere il tour che lo vedrà presto in Italia a partire da gennaio. Queste sono le prime date annunciate:

18 gennaio: FUORILUOGO, Asti
19 gennaio: NIDABA THEATRE, Milano
20 gennaio: RIVE JAZZ CLUB, Bassano del Grappa (VI)
21 gennaio: EX CINEMA AURORA, Livorno
22 gennaio: MARLA, Perugia
25 gennaio: BEBOP, Taranto
26 gennaio: OFF, Lamezia Terme (CZ)
27 gennaio: ZOOTV, Brucoli (SR)
28 gennaio: VILLA RICA, Patti (ME)
29 gennaio: LA CARTIERA, Catania
31 gennaio: AL KENISA, Enna
1 febbraio: BOLAZZI, Palermo
2 febbraio: COMFORT ME, Cosenza
4 febbraio: MR ROLLY’S, Vitulazio (CE)
7 febbraio: NA COSETTA, Roma
9 febbraio: BOTTEGA ROOTS, Colle Val d’Elsa (SI)
10 febbraio: EDEN CAFÈ, Treviso
11 febbraio: ARCI CHINASKI, Sermide (MN)
12 febbraio: TWIGGY, Varese

9 Trackbacks / Pingbacks

  1. Ian Fisher live @ Comfort me – Otra Vez Fair Cafè, Cosenza 2 Febbraio 2017 | | PIU O MENO POP
  2. zdporn.com
  3. Corporate Events Vendors in Hyderabad
  4. Aksesori Judi Online
  5. iraqi geometry
  6. Wedding Planning Companies in Hyderabad
  7. web link
  8. DMPK
  9. cpns lowongan 2019

I commenti sono bloccati.