#piuomeno2016 – Linfante

 

Linfante si è fatto molto apprezzare quest’anno grazie alla pubblicazione di “Piccolo e malato“, un Ep dal sound genuino e davvero molto piacevole da ascoltare, con testi personali e maturi.

Ci interessava conoscere quali fossero i gusti di musicali di Linfante e così anche a lui abbiamo rivolto la fatidica domanda…

D: “Qual è l’album che hai più apprezzato in questo 2016?”

R: “L’odore della giacca di mio padre degli Afterhours è per me una canzone potentissima nella sua delicatezza. La sentii prima dal vivo che su disco, perché Manuel e Rodrigo vennero a Roma per un’intervista e fecero anche qualche pezzo in acustico. Questo mi colpì particolarmente. Per tutto. Arrangiamento, testo, melodia, dinamica. Parla della forza necessaria per lasciarsi qualcuno indietro, o anche se stessi, tornare a vivere convivendo col dolore, trasformandolo in luce, in questo caso in poesia. È speranza e rassegnazione insieme, ogni volta che l’ascolto mi scuote, ponendomi tante domande dolorose”

Recensione “Piccolo e malato” di Linfante

#piuomeno2016 RECAP

One thought on “#piuomeno2016 – Linfante

I commenti sono chiusi