Bruno Belissimo torna sui dance floor: a tu per tu con il producer

A cura di Fiorella Todisco

 

Fuori il 4 maggio il nuovo disco “Ghetto Falsetto” di Bruno Belissimo per La Tempesta/Stradischi, destinato, come i lavori precedenti, a far ballare i più importanti dancefloors nazionali e continentali.
Abbiamo fatto quattro chiacchiere con il producer italo-canadese per scoprire qualche curiosità non solo legata al nuovo album, ma anche alla sua vita.

 

Ciao Bruno! Allora… ho ascoltato il tuo nuovo disco e non ho potuto fare a meno di portare costantemente il tempo con qualsiasi oggetto avessi sotto mano. In un aggettivo, lo definirei letteralmente travolgente, ma partiamo dalle basi: perché il titolo “Ghetto Falsetto”?
Grazie! L’album è stato proprio scritto con questo intento, mi fa piacere di esserci riuscito! “Ghetto Falsetto” è un espressione che ho coniato per descrivere la bellezza dell’autoironia che per me è molto importante e che sostiene tutto il mio mondo.

 

Dal coro della chiesa battista in Canada dove sei cresciuto, al funk della band “Low Frequency Club”, alla collaborazione come bassista nel tour “Egomostro” di Colapesce, fino ad arrivare alle tue produzioni dance: sei, sicuramente, un artista più che poliedrico. C’è un filo rosso che ha sempre legato le tue scelte artistiche?
Il filo conduttore è il basso, che è il mio strumento. Dove c’è Bruno c’è il basso.. ahah scherzo..amo approcciarmi a progetti diversi oltre che alle mie produzioni. E’ sempre molto interessante mettersi alla prova con la musica di qualcun altro e sono davvero felice di aver avuto la possibilità di lavorare con artisti che stimo molto.

 

Come hai vissuto il distacco dal Canada? Ha in qualche modo influito sulla tua personalità artistica?
Allontanarsi dal Canada è stato sicuramente un processo doloroso, però musicalmente sono cresciuto in Italia, quindi non penso abbia influito più di tanto. In più non perdo occasione per tornare.

 

Il disco ti trascina su un tappeto di beat elettronici travolgenti dal sapore pop, tendenzialmente senza voci, eccetto qualche parentesi come “Soft porno”. Quale stato d’animo ha governato la produzione di “Ghetto Falsetto”? Ho trovato ogni traccia ritmicamente incalzante, un martello battente che impone il movimento, come se spingesse verso un rifiuto della staticità.
Le canzoni di Ghetto Falsetto sono state concepite per far ballare e divertire che, anche se può sembrare una motivazione banale, per me è stata assolutamente sufficiente per scrivere un intero album. Voglio farvi sorridere ed entusiasmarvi con musica leggera.

 

Hai in programma un tour nel quale portare la tua musica sui dancefloor? Trovi di ricevere maggiori riscontri in Italia o all’estero?
Sarò in giro tra Italia ed Estero per tutta l’estate. Non ho notato troppa differenza, anzi ovunque suono si crea sempre questa grande atmosfera di festa. Sono contento perché faccio musica che non ha confini geografici, non ha un idioma preciso e a suo modo è diretta.. proprio come una cassa in quattro!

 

“Horror Tropical”, “Urlo libero”, “Soft Porn”.. sono titoli di totale fantasia o hai una segreta fonte di ispirazione? Magari proprio musicale o cinematografica.
Mi immagino delle scene di film oppure è semplicemente tutto frutto di una mia fissazione per una parola o espressione.. qualsiasi idea puo dare luce a un pezzo.

 

Ora, alla fine dell’intervista, ho una curiosità personale: ma cosa ascolta Bruno Belissimo quando è a casa?
Ascolto molta musica ovviamente, anche generi che c’entrano poco con quello che faccio nelle mie produzioni. Amo la musica e vorrei saperla suonare tutta perchè ovunque ci può essere qualche fonte di ispirazione per che mi puo far crescere come produttore e artista. Sto ascoltando Post Malone, Patrick Cawley, Young Fathers, Unknow Mortal Orchestra, Neutro Johnson, Todd Terje, Jaco Pastorious.

 

TRACKLIST:
1. This is Bruno
2. Tempi Moderni
3. Ghetto Falsetto
4. La Pampa Austral
5. Boloña Baleárica
6. Equatore (Interlude)
7. Horror Tropical
8. Urlo Libero
9. Grattis Bruno
10. Soft Porn feat. Foxy Galore
11. Don’t Bother with Hardware

 

GHETTO FALSETTO TOUR

12/05 FIRENZE, Glue

16/05 LONDRA (UK), 93ft East1

7/05 BRIGHTON (UK), Alternative Escape @ North Laine Brew House

18/05 CARPI (MO), Mattatoio1

19/05 BOLOGNA, TPO

08/06 DELFT (OLANDA), IFOT

15/06 FORMIGINE (MO), Moninga Festival

17/06 MOLFETTA (BA), MAT

21/07 VIALFRE’ (TO), Apolide Festival7

27/07 DELFT (THE NETHERLAND), Student Festival Lustrum DSC

24/08 LUXEMBOURG (LUXEMBOURG), Les Rotondes

30/08 TREVISO, Home Festival

Redazione

di +o- POP