Canzoni intime in puro stile “Americana”, nell’ultimo album di Ryan Bingham

 Ryan Bingham

American love song

(Axster Bingham R)

 

 

A cura di Giovanni Graziano Manca

TRACKLIST

  1. Jingle and Go  
  2. Nothin’ Holds Me Down 
  3. Pontiac  
  4. Lover Girl  
  5. Beautiful and Kind  
  6. Situation Station   
  7. Time for My Mind  
  8. What Would I’ve Become  
  9. Wolves 
  10. Blue  
  11. Hot House  
  12. Stones  
  13. America  
  14. Blues Lady 

 

Il CD che ho tra le mani arriva dagli Stati Uniti; si tratta di “American love song”, ultima fatica discografica del cantautore originario del New Mexico Ryan Bingham, noto anche in Italia per aver guadagnato il premio Oscar per il brano “The Weary Kind”, composto con T-Bone Burnett ed inserito nella colonna sonora del film Crazy Heart del 2009.
L’album, quindici
songs per un totale di ascolto musicale pari a circa un’ora, è il sesto nella discografia di Bingham, è stato inciso in Texas ed è stato prodotto dallo stesso Bingham unitamente a Charlie Sexton, chitarrista noto per essere stato “alla corte di Re Dylan” per una decina d’anni (dal 1992 al 2002). Disco che a seconda dei momenti può apparire trascinante, dolce, aspro, struggente, si presenta come un prodotto tipico della tradizione musicale USA con tanto di violini, steel guitars e così via dicendo.
“American love song” contiene anche tutte le intemperanze e le durezze della musica rock e del blues. A proposito dell’album Bingham, che si dice molto soddisfatto della collaborazione musicale con Sexton, concorda nel dire che si tratta di un lavoro catartico e che esso, in definitiva, ha costituito per lui un’esperienza abbastanza emozionale.

“Ci sono dei momenti di certe canzoni che mi fanno piangere, altri che mi fanno ridere. Tutto fa parte di esso e questa è anche la ragione per cui veramente ho voluto realizzarlo. Lo scrivere canzoni, in questo senso, è sempre stato lo strumento che mi ha permesso di sfogarmi e di far uscire le cose dal profondo di me stesso”.

(Per chi fosse interessato alla lettura dell’intera intervista a Ryan Bingham: http://theboot.com/ryan-bingham-american-love-song-interview-2019/ ).

Country, folk, rock, motivi bluesy, il disco di Ryan Bingham si fa ascoltare volentieri per la sua freschezza; brani come “Wolves”, “Jingle and Go”, “Beautiful and Kind”, “Nothin’ Holds Me Down”, si faranno certamente apprezzare anche nel nostro paese da tutti gli amanti di “Americana”.

Avatar
About redazione 1040 Articles
di +o- POP