Mille e un festival: gli appuntamenti da non perdere quest’estate in Europa

© Matteo Leonardi

 

A cura di Francesca Lotti

 

Avete presente quegli amici che hanno già programmato le vacanze da dicembre e che comprano i biglietti per i concerti con mesi e mesi di anticipo, mentre voi ancora non avete idea di cosa fare quest’estate?

Ecco, se siete tra questi, date un’occhiata alla selezione dei nostri festival preferiti per l’estate 2019 e lasciatevi ispirare! Per voi programmatori seriali invece, c’è sempre tempo per un’aggiunta last-minute.

 

SEA STAR FESTIVAL |24 – 25 MAGGIO | STELLA MARIS, UMAG, CROAZIA

Per il terzo anno consecutivo, il Sea Star Festival infiamma le spiagge di Umag, in Croazia, a soli 50 km da Trieste. Merito anche della splendida location, la laguna di Stella Maris, è stato inserito più volte tra i migliori festival d’Europa. Quest’anno a far ballare le decine di migliaia di visitatori ci penseranno Sven Väth, Nina Kraviz, Wu-Tang Clan, Ilario Alicante, Enrico Sangiuliano, Petar Dundov, DJ Jock, Larence Klein, Unique, IAMDDB, Vojko V, Krankšvester, Fox, High5, Buntai, Smoke Mardeljano e Hazze & more.

https://www.seastarfestival.com/it/

 

ALL POINTS EAST FESTIVAL | 24 MAGGIO – 2 GIUGNO | LONDRA

Se è vero che Londra è sempre una buona idea, fine maggio è il momento ideale per farci un salto, subito prima di entrare nell’alta stagione. Dal punto di vista musicale, l’occasione è offerta dall’All Points East, il festival che trasforma Victoria Park in un eden sonoro per due lunghi weekend.

Il borgo di Tower Hamlets (East London) continua il suo percorso per diventare punto di riferimento musicale e culturale della città, e a giudicare dalla line up di quest’anno sembrano esserci riusciti.

Si parte con tre giorni intensissimi (24-26 maggio) che vedranno Chemical Brothers, The Strokes, Hot Chip, Primal Scream, Interpol, Beach House, Yves Tumor (full band), Octo Octa, James Blake, Spiritualized, Metronomy, Kamasi Washington, Princess Nokia e molti altri.

Il secondo round (31 maggio – 2 giugno) non è da meno: The Vaccines, Bring Me The Horizon, Bon Iver, Mac de Marco, The Tallest Man on Earth, Run The Jewels.

https://www.allpointseastfestival.com

 

PRIMAVERA SOUND | 30 MAGGIO – 3 GIUGNO |BARCELLONA

Nato inizialmente come festival di avanguardia elettronica nel lontano 2001, il Primavera Sound è oggi un punto di riferimento per il panorama europeo che abbraccia generi disparati e infiamma per 4 giorni le rive del Parc del Foùm. L’edizione del 2019 è stata presentata con lo slogan The New Normal segnando un momento di svolta nella storia del festival. Tre i principi guida: equality, eclecticism and audacity, tanto che tra i principali headliner troviamo moltissimi nomi femminili. Non deve stupire quindi che la line-up sia più eclettica che mai, e che accanto ad esponenti delle correnti urban e hip hop e a quelli della scena elettronica che continuano ad essere presenti, spunti il nome del re del reggeaton – J Balvin,  

In ogni caso, anche quest’anno gli organizzatori si sono superati: nello sconfinato programma troviamo Future, FKA Twigs, Charlie XCX, Tame Impala, Solange, James Blake, Pusha T, Agoria Live, Yves Tumor (full band), Richie Hawtin, Apparat Live, Princess Nokia, Modeselektor live, David August, DeerHunter, Tim Hecker & Konoyo Ensemble, Stereolab, Avalon Emerson, Neneh Cherry, Mura Masa. Se non vi bastasse, opening e closing party saranno eventi gratuiti.

Per avere un’assaggio, date un’ascolto all’omonima radio, nata pochi mesi fa con l’obiettivo di trasmettere il sound del Primavera 24h su 24.

https://primaverasound.com

 

NOS PRIMAVERA SOUND |6 – 8 GIUGNO | PORTO

Figlio dell’omonimo festival di Barcellona, è nato nel 2012 e da allora si tiene nel parco urbano più grande del Portogallo, il Parque da Cidade di Porto. La selezione è in linea con l’edizione spagnola, con alcuni nomi che ritornano e altre new entry a cavallo tra elettronica, hip hop, indie rock e ritmi latini: Solange, Stereolab, Jarvis Cocker, Modeselektor, Tommy Cash, Rosalìa, J Balvin, Solange, Mura Masa, Interpol, JPEGMAFIA, Danny Brown, Peggy Gou, Joy Orbison e altri ancora.

https://www.nosprimaverasound.com

 

PARK LIFE FESTIVAL |8 – 9 GIUGNO | MANCHESTER

Fresco di edizione da record, il Park Life è un festival multi-genere che si svolge a Manchester. Nell’arco di 48h decine di artisti si susseguono su nove diversi palchi. La cornice? L’Heaton Park, l’enorme parco teatro di leggendari concerti come quelli di Oasis e The Stone Roses. Quest’anno tra gli headliner ci sono Cardi B, Disclosure, Bicep, Solomun, Major Lazer Soundsystem, Black Coffee, Octavia, Pusha T, George Ezra.

https://parklife.uk.com

 

MARSATAC | 14 – 16 GIUGNO | MARSIGLIA

Per chi volesse sperimentare e sapere cosa combinano i nostri vicini francofoni, il Marsatac è il festival da non perdere, con una line-up a cavallo tra elettronica e french hip hop. Giunto quest’anno alla sua 21° edizione aprirà le porte del Parc Chanot (la cittadella che ospita fiere e congressi) a partire dal 14 giugno con – tra gli altri – Adam Beyer, Alpha Wann, Caballero & JeanJass, Carl Craig & Bambonou, Charlotte de Witte, Eddy de Pretto, The Blaze. Tra i nomi di punta del sabato troviamo mostri sacri dell’elettronica quali Jon Hopkins e Dima aka Vitalic che si esibirà live, e infine Orelsan, uno degli artisti più importanti della scena rap francese. A chiudere il festival la domenica, un party in spiaggia (Plage du Petit Roucas) un set house-funky firmato Denis Sulta, la deep-house di Folamour, l’eclettismo di Kampire tra sonorità elettroniche e afrobeat, e il collettivo Tropicold.

https://www.marsatac.com/  

 

BALATON SOUND | 3 – 7 LUGLIO | LAGO BALATON (UNGHERIA)

Il più grande beach festival di Europa si svolge sulle rive del lago Balaton, tra boat parties e feste in spiaggia.

I grandi nomi dell’elettronica (ma non solo) attirano ogni anno circa 150000 visitatori, con una line up che abbraccia diversi generi, dalla techno alla trance.

Tra gli headliner spiccano i nomi di Armin Van Buuren, Tiesto, The Chainsmokers, Rudimental, Andrea Oliva, Dj Snake, J Balvin, Sean Paul, Future, G-Eazy, Dubfire, Matador, Claptone, Jamie Jones.

https://balatonsound.com/it/

 

EXIT FESTIVAL | 4 – 7 LUGLIO | NOVI SAD (SERBIA)

Nel 2000 tre studenti dell’Università di Novi Sad decidono di dar vita ad un festival. Da allora l’organizzazione è cresciuta sempre di più, ricevendo numerosi riconoscimenti e premi come Best Europe Festival. La location? La fortezza di Petrovaradin, una magnifica struttura all’interno della città. Quest’anno si esibiranno su 20 diversi palchi The Cure, Skepta, Lost Frequencies, Greta Van Fleet, Carl Cox, Paul Kalkbrenner, Dimitri Vegas & Like Mike, Phil Anselmo & The Illegals, Sofi Tukker, Jeff Mills, Amelie Lens, Charlotte de Witte, Maceo Plex, Boris Brejcha, Dax J, Peggy Gou, Monika Kruse, Tarja, The Selecter, Peter and the Test Tube Babies, Adriatique, Johannes Brecht, Satori e tanti altri.

http://www.exitfest.org/en

 

BILBAO BBK LIVE | 11 – 13 LUGLIO | BILBAO

Una location d’eccezione per il Bilbao BBK Live, che ogni anno prende forma alle soglie della città di Bilbao, tra il monte Kobetamendi (adibito ad area camping) e l’Arraiz (area Festival) da cui si gode di una vista spettacolare. L’intera manifestazione è progettata all’insegna della sostenibilità, motivo di orgoglio degli organizzatori. Tra gli headliner: Liam Gallagher, Thom Yorke – Tomorrow Modern Boxes, The Strokes, Brockhampton, The Weezer, Vince Staples.

Gioiellino del festival: il Basoa, foresta in lingua basca, definito dagli organizzatori the temple of escapism. L’invito è quello di entrare e disconnettere i dispositivi, lasciandosi trasportare dall’atmosfera: in era defined by overstimulation, disconnecting becomes a privilege. Il piccolo boschetto è cresciuto insieme al festival e al suo interno si alterna da quattro anni la crème de la crème della scena elettronica. Alcuni nomi per il 2019? Laurent Garnier, John Talabot, Bicep, Honey Dijon, Todd Terje, Alicia Carrera.

Infine, il LASAI, the downtempo experience, una piccola oasi concepita per i momenti di riposo dal festival, dove i dj set (tra cui quello in programma di Fort Romeau) sottostanno alla regola di non superare i 100 bpm. Per un’esperienza davvero speciale, oltre all’opzione campeggio quest’anno si è aggiunta anche la possibilità deluxe, l’area glamping. Gita a Bilbao anyone?

https://www.bilbaobbklive.com/es/

 

LOVEBOX | 12 – 13 LUGLIO | LONDRA  

La storia del LOVEBOX merita una piccola digressione: nel 2002, la cricca di Groove Armada e Jools Butterfield sono seduti in un pub lamentandosi della scena musicale londinese e dell’assenza di show con line-up all’altezza. Tutto inizia con una scatola dischi e un pacco di post it a forma di cuore: la Lovebox, appunto. Ne nascerà prima un disco e poi il primo party, all’interno di un vecchio strip club in Tottenham Court Road. Nel giro di poche edizioni, il Lovebox è velocemente cresciuto da un pubblico di poche centinaia di persone a decine di migliaia, passando dai club ai parchi. Dal 2018 si svolge a Gunnersbury Park, e quest’anno vanta ospiti del calibro di Chance The Rapper, Solange, Four Tet, Brockhampton, 2 Chainz, Cypress Hill perform Black Sunday, Guy Gerber, FKJ, Slowthai, Lyric & Robert Hood, Adriatique e Solomun.

https://loveboxfestival.com

 

ROAM FESTIVAL | 25 – 27 LUGLIO |LUGANO

Una chicca a due passi dall’Italia: il Roam Festival, una novità relativamente recente di LongLake, il circuito che da anni organizza rassegne e festival attorno al lago di Lugano. Il termine Roam ovvero “vagabondare” è un richiamo all’anima del festival: un’esplorazione del panorama alternativo internazionale e in particolare della scena electro – pop nel senso più ampio. Tra gli ospiti già annunciati, troviamo nomi come Apparat, Metronomy, White Lies, The Japanese House, Lea Porcelain e Giorgio Poi. Con una line up così a pochi chilometri dal confine, siamo già sul treno per Lugano.

https://www.roamfestival.ch

 

SZIGET FESTIVAL |7-13 AGOSTO | BUDAPEST

Menzione d’onore allo Sziget, il festival più grande d’Europa che quest’anno compie 27 anni. Come ogni estate l’isola di Óbudai-sziget – che si trova in mezzo al Danubio a pochi km da Budapest – si prepara ad accogliere oltre 500’000 partecipanti, per una settimana immersiva a 360° gradi: il festival infatti offre più di 34 venue tra aree campeggio, relax, food e zone dedicate alle arti performative.

Ovviamente, anche per questa edizione vanta un programma di tutto rispetto. Solo per citarne alcuni: Foo Fighters, Ed Sheeran, Florence + The Machine, Post Malone, Twenty One Pilots, The 1975, , The National, Franz Ferdinand, James Blake, Years&Years, Tove Lo, Catfish & The Bottlemen, Mura Masa, Kodaline, Johnny Marr, Jungle, Tom Odell, The Blaze, Son Lux, Yellow  Days, Parcels, Superorganism, Boy Pablo, Masego, Iamddb,  Coheed  and  Cambria, Frank Turner & The Sleeping Souls, Polo  &  Pan. Tra gli italiani: Coma_Cose, Bowland, Francesco De Leo, Go!Zilla, Her Skin, Lucia  Manca, Pop X, Viito.

https://szigetfestival.com/it/

 

WAY OUT WEST | 8-10 AGOSTO | GOTHENBURG (SVEZIA)

Se ad agosto vi venisse voglia di fuggire al nord, a Gothenburg si tiene il Way Out Festival, con una line-up di tutto rispetto che fa tranquillamente concorrenza a quelle elencate finora.

Non mancano regine della scena americana quali Cardi B e Solange, il ritorno dei The Cure, ma anche Blood Orange, James Blake, Honey Dijon, Jon Hopkins live, Fatima, Sassy J, The Japanese House, The Blaze, Jungle, Octavian e molti altri. Ciliegina sulla torta: The Stay Out West, una programmazione nei club a Gothenburg e dintorni che riaccende la musica una volta finito il festival.

https://www.wayoutwest.se

 

FLOW FESTIVAL | 9-11 AGOSTO | HELSINKI (FINLANDIA)

Infine, un’ultima perla nel cuore della Finlandia: il Flow Festival, nato nel 2004 come rassegna di musica Jazz e da allora cresciuto fino a diventare uno dei più importanti appuntamenti nordici, tanto da guadagnarsi il titolo di “Nordic countries’ coolest music festival” secondo Vogue US.

Un boutique festival a due passi da Helsinki che accosta alla rassegna musicale anche una variegata selezione di talenti delle arti visive, dalla street art alle installazioni luminose. Un’assaggio di line up? Tame Impala, The Black Madonna, The Cure, Tove Lo, Yves Tumor, Stereolab, Blood Orange. Oltre a ciò, una selezione di musica elettronica curatissima, grazie anche alla partnership con Resident Advisor.

Nei giorni precedenti al Festival (7-8 agosto), alla Finnish National Opera’s Almi Hall di Helsinki si terranno inoltre spettacoli in cui danza, musica elettronica e opere audiovisive si uniscono nel nome dell’arte.

https://www.flowfestival.com/en/

 

Lo sappiamo, state già controllando i voli vero?

 

Se hai altri bei festival da segnalare invia una mail a info@piuomenopop.it

Avatar
About redazione 781 Articles
di +o- POP