Jovanotti porta il Jova Beach Party a Milano. Cento mila persone a Linate per l’ultima chiamata 

© maikid

 

A cura di Lucia Filardi

 

Il Jova Beach Party poteva considerarsi concluso dopo le date che hanno portato Jovanotti sulle spiagge d’Italia per l’intera estate con un lungo tour che ha rivoluzionato l’idea di fare musica live. Ma il 5 agosto Lorenzo ha annunciato che avrebbe fatto un’ultima data, un’ultima chiamata, e che l’avrebbe fatta proprio a Milano, dove di “beach” e di mare non se ne vede neanche col binocolo. Eppure sabato 21 settembre il Beach Party è atterrato finalmente all’aeroporto di Linate, dove sono arrivate circa 100 mila persone per dare il saluto finale all’estate come il capitan Lorenzo comanda. 

Per l’occasione il Comune di Milano ha potenziato le linee che hanno poi portato i migliaia di fan sul luogo del concerto, due delle vie principali che conducono all’aeroporto sono state chiuse al traffico e rese pedonali. Insomma, tutto organizzato al meglio per essere la prima volta che Linate ospita una festa. 

L’aeroporto, ancora inutilizzabile per lavori, è tutto per Jovanotti, i suoi ospiti e per noi. Ho sentito persone a volte azzardare un “Sembra Woodstock” a caso per qualsiasi super concerto organizzato in grande e che durasse almeno un giorno intero. Ma farlo per il Jova Beach Party non è un azzardo, mi permetto di dire che è sembrato davvero Woodstock. Lo show è iniziato intorno alle 15, e per nove ore ininterrotte si sono alternati sul palco i vari ospiti che con Lorenzo hanno messo su una vera e propria festa. Tra loro anche il DJ Benny Benassi, gli Ex-Otago, Rkomi e Takagi & Ketra

Tutto il Jova Beach Party è stato all’insegna del rispetto per l’ambiente, e anche a Milano non si è vista mezza bottiglia di plastica per terra. I rifiuti si riciclavano in sette contenitori distinti messi a disposizione in più punti con il supporto dei volontari. 

Jovanotti ci ha letteralmente catapultati sulla Luna, fino a mezzanotte canta e salta senza fermarsi e senza stancarsi mai. Il Più Grande Spettacolo Dopo Il Big Bang, Ciao Mamma, Gli Immortali, Nuova Era, Tutto L’Amore Che Ho, non manca niente. In consolle fa partire i Daft Punk e Stromae, poi la sua Notte Dei Desideri. Sul palco arrivano due ospiti a sorpresa, Salmo, che si mette alla batteria per L’Ombelico Del Mondo, e poi Tommaso Paradiso che arriva in bicicletta e con Jovanotti e Takagi & Ketra canta La Luna E La Gatta. Tra una ballad ed un’altra, è un attimo che DJ-Jova diventa rock e spazia dai Blur ai Nirvana. 

È davvero l’inizio di una nuova era, solo a Lorenzo Jovanotti poteva venire questa idea e solo lui poteva essere in grado di metterla su come si deve. Nonostante la mancanza di spiagge, a Milano il Jova Beach Party è arrivato senza perdere la sua magia. 

Avatar
About redazione 1440 Articles
di +o- POP