Gennaio all’Ohibò: Dish-Is-Nein (Ex Disciplinatha), Joe Victor, Julie’s Haircut, Mai Stato Altrove,Digitale2000 Party, Vanarine altri.

GENNAIO

Dish-Is-Nein (Ex Disciplinatha), Joe Victor, Julie’s Haircut, Mai Stato Altrove, Digitale2000 Party, Succi, Vanarin e tanti altri.

Il nuovo anno al Circolo Ohibò si apre con un’artista molto apprezzata: Federica Abbate. L’EP d’esordio come cantautrice, “In foto vengo male”, uscito nel maggio 2018 via Carosello Records, è stato  anticipato da “Fiori sui balconi”, il primo singolo-manifesto che l’ha certificata artista emergente italiana più suonata dalle radio per oltre sessanta giorni. In una manciata di mesi da questo debutto Federica, da affermata autrice multiplatino, ha avviato la sua personale carriera da cantautrice raggiungendo subito prestigiosi traguardi – dalla vittoria al Wind Summer Festival nella categoria giovani, alla vittoria del premio della critica a Sanremo giovani 2018 – e diventando una delle artiste emergenti più seguite d’Italia con oltre 90.000 ascoltatori mensili su Spotify (oltre 3 milioni di stream per il suo primo EP) e più di 2 milioni e mezzo di views su YouTube. Arriva a Milano con l’atteso FINALMENTE… IN TOUR. Un’occasione per apprezzare dal vivo il talento e la personalità di uno dei nomi femminili di spicco degli ultimi mesi del panorama italiano, dotata di una vocalità potente e contemporanea, e dalla penna diretta e senza filtri. Una miscela vincente di pop, urban ed elettronica. Afterparty a cura di IndieVision con il dj set di Mich Waves + EcceNico. La prima notte indie dell’anno vi farà cantare, ballare e amare al ritmo di tutti i brani indie (italiani ed internazionali) più amati di sempre. Appuntamento al 3 gennaio.

 

Johnny Mox è il progetto del polistrumentista trentino Gianluca Taraborelli. Con tre dischi alle spalle, due tour europei, un tour americano e centinaia di concerti in tutta la penisola, Mox ha sviluppato negli anni uno stile personalissimo che mescola gospel, punk, folk e sperimentazione. Assieme ad Above the Tree è il fondatore di Stregoni, un progetto dedicato alle politiche migratorie dell’Unione Europea. Una meta-band che dal 2016 ha portato sul palco più di 5000 migranti e richiedenti asilo. Johnny Mox ha sviluppato negli anni uno stile personalissimo, con un sound che ruota prevalentemente intorno allo strumento della voce: sia essa utilizzata per costruire incastri corali che ricordano la tradizione spiritual, sia essa declinata nella dimensione ritmica del beatbox. Un castello di voci, percussioni, pedali e armonizzazioni accatastati con cura minuziosa l’uno dentro l’altro. Spirituals ossessivi, soul con le borchie, milioni di voci intrappolate nella gabbia toracica in grado di gonfiarsi e crescere e divorare cavi e amplificatori. Appuntamento al 4 gennaio.

 

Il 5 gennaio arriva un party speciale per la notte della Befana: Sweet Dreams. Un volo notturno tra le canzoni più belle di tutti i tempi per una notte dolcissima. Dj set a cura di Andrea Amici (Splendido Splendente), ingresso gratuito.

 

Dopo 5 anni densi di musica e concerti, Joe Victor annuncia un’ultima tappa dal vivo prima di una lunga pausa. Joe Victor nasce nel 2014. La band esordisce suonando principalmente a Roma, come presenza fissa di alcuni locali notturni alternativi, riuscendo a ricreare – attraverso live set lunghissimi – atmosfere fatte di sudore, intimità, coinvolgendo il pubblico in balli infiniti, improvvisando le canzoni che successivamente avrebbero costituito il primo disco e suonando cover, senza soluzione di continuità. È un mondo che piace e riscuote subito l’interesse del pubblico della capitale. Nel 2015, dopo un anno di rock’n’roll, la band pubblica il suo primo lavoro “Blue Call Pink Riot” per l’etichetta Bravo Dischi e, in due anni, suona più di 200 volte in Italia e all’estero, da Vienna allo Sziget Festival di Budapest e Londra. Nel 2017 Joe Victor registra il suo secondo lavoro in studio con Matteo Cantaluppi, “Night Mistakes” (Bravo Dischi/Believe Digital). Appuntamento al 9 gennaio.

 

In attività dal 1994, i Julie’s Haircut sono una band emiliana. Il loro album di debutto “Fever In The Funk House” (Gamma Pop, 1999), uno strano mix di garage rock, psichedelia noise e melodie pop, fu salutato dalla critica come uno dei migliori debutti indie- rock italiani ed è stato inserito dalla rivista Rumore nella lista dei 50 album italiani fondamentali degli anni ’90. Il successivo “Stars Never Looked So Bright” (Gamma Pop, 2001) mescolava questi elementi con un approccio più soul, rispecchiando l’amore per la black music degli anni ’60 maturato in seno alla band. Nel 2003, dopo essere passati sotto l’egida della bolognese Homesleep Records, i Julie’s Haircut hanno pubblicato il loro terzo album “Adult Situations”, il primo a godere di una distribuzione internazionale. Qui melodia e psichedelia si compenetrano in maniera più personale. Dal 2005 la musica dei Julie’s Haircut si è mossa verso territori più sperimentali, concentrandosi sull’improvvisazione e la ricerca sonora, senza perdere contatto con il groove e la melodia che hanno caratterizzato la loro musica fin dal primo giorno. Il frutto più immediato è “After Dark, My Sweet” (Homesleep, 2006), il quarto fortunato album della band, che vede la partecipazione dell’ex Spacemen 3 Sonic Boom, acclamato come uno dei migliori album dell’anno e inserito dalla rivista Il Mucchio nella top 20 degli album psichedelici italiani dagli anni ’80 in poi. Nel 2006 fungono anche da “sound carriers” per alcune performance dell’ex cantante dei Can Damo Suzuki, entrando così a far parte del Damo Suzuki Network e consolidando una solida relazione con l’artista nippo-tedesco che continua ancora oggi. Nel 2009 esce il quinto doppio album “Our Secret Ceremony” per l’etichetta A Silent Place. Nel 2010 realizzano per la rassegna “Storie di Straordinaria Scrittura” lo spettacolo Transformed a Carpi, nel quale risuonano l’intero album Transformer di Lou Reed accompagnati da diversi ospiti vocali come Violante Placido, Angela Baraldi, Lilith, Giovanni Gulino, Alessandra Gismondi. Lo stesso anno partecipano all’omaggio ai Joy Division, Unknown Pleasures, a Reggio Emilia, che vede anche la partecipazione del bassista originale della band di Manchester Peter Hook. Un nuovo singolo 10″, che include cover di The Tarot dalla colonna sonora de “La Montagna Sacra” di A. Jodorowsky e di O Venezia Venaga Venusia di Nino Rota dalla colonna sonora del “Casanova di Federico Fellini” viene pubblicato nel giugno 2011 sulla risorta etichetta Gamma Pop. A giungo 2012 esce, per Woodworm & Trovarobato, un nuovo EP di 4 tracce inedite: ”The Wildlife Variations”. Nel 2012 la band ha dato inizio a una collaborazione con il compositore contemporaneo americano Philip Corner, sfociata in una performance live a Reggio Emilia, in una session di registrazioni di musiche di Corner sotto la direzione del compositore e in una installazione sonora per la prestigiosa mostra “Women In Fluxus And Other Experimental Tales”, tenutasi a Palazzo Magnani a Reggio Emilia. A marzo 2013 Gamma Pop pubblica il singolo in 7″ split “Downtown Love Tragedies”, condiviso con gli amici di lunga data CUT, nel quale rivisitano il classico di Bill Withers “Who Is He And What Is He To You”. Nell’Ottobre 2013 esce l’album strumentale “Ashram Equinox” per Woodworm / Santeria, che viene accolto come uno dei migliori album italiani dell’anno, e successivamente inserito da Rolling Stone Italia nella loro lista dei 50 migliori album italiani degli anni Duemila. A Febbraio 2017, entrati nel roster della prestigiosa label inglese Rocket Recordings, pubblicano il nuovo album “Invocation and Ritual Dance of My Demon Twin”, seguito a Settembre dello stesso anno dal singolo digitale “Burning Tree”. Il 2019 vede la pubblicazione di ben due nuovi album: “Music From The Last Command” (in Maggio), contenente tutta la nuova musica scritta dalla band su invito del Museo Nazionale del Cinema per accompagnare la versione restaurata del film muto di Josef Von Sternberg ‘The Last Command’ (1928); e “In The Silence Electric” (in Ottobre), il loro secondo album per Rocket Recordings.. Da mezzanotte rock party con Breakout. Appuntamento al 10 gennaio.

 

Gli handlogic sono probabilmente il progetto alternative pop più interessante e coraggioso dell’attuale panorama discografico italiano. Il loro EP d’esordio è stato accolto con grande entusiasmo da critica ed addetti ai lavori. Proclamati vincitori del Controradio Rock Contest 2016 da una giuria composta tra gli altri da Verdena, Iosonouncane e Colapesce, cominciano ad esibirsi negli studi Rai di Stereonotte e Babylon. Iniziano una serie di live shows con ottimi feedback da parte di tutti per poi approdare a Woodworm, che decide di produrre il loro nuovo album Nobodypanic. L’accoglienza dell’uscita è straordinaria, in pochi mesi calcano i palchi di alcune tra le migliori location estive italiane (Ypsygrock, Woodoo Fest, Villa Ada, Mengo Music Festival, Reload sono solo alcuni tra i festival che li hanno invitati ad esibirsi) e l’interesse da parte del pubblico è notevole, a testimoniare un nuovo fortissimo e crescente interesse per la produzione “altra” nostrana. In apertura: ONGAKU. ONGAKU è un progetto alt/pop che nasce nel 2013. La band debutta con due EP intitolati “Ogni strada è un ricordo” (2014) e “Volcano” (2015). Segue un periodo di live intenso in cui il trio condivide il palco con artisti quali Will & the People, Eugenio in via di gioia, Les Enfants, Canova, Giorgieness, L’officina della camomilla ed altri ancora. A marzo 2018 esce il singolo “Milano Frenetica”, prodotto assieme a Pietro Paletti. La band si ritira poi dai palchi per poter lavorare al primo LP, inititolato “Fuori dalla nebbia”, la cui produzione è stata curata da ETNA. I primi singoli estratti sono “Che sapore ha” e “Miraggio”, l’uscita del disco è prevista per gennaio e verrà presentato per la prima volta live all’Ohibò. A seguire il party house/nu-disco del sabato sera milanese: Discoteca Paradiso. Appuntamento all’11 gennaio.

 

BRILLA è un consiglio: la tua nuova musica, la tua nuova casa, la tua community. Esposizioni, mercatini, retro-gaming, un palco per i live in elettrico, un palco per i live in acustico e tanti ospiti. Appuntamento al 12 gennaio, ingresso gratuito.

 

Vanarin è un progetto nato a Bergamo nel 2016, dall’incontro fra il cantautore inglese David Paysden (voce, chitarra, tastiere), Marco Sciacqua (chitarra, basso, percussioni, seconde voci), Massimo Mantovani (voce, basso, chitarra) e Marco Brena (batteria, percussioni). Il sound della band è caratterizzato dalla ricerca e la continua contaminazione per quanto riguarda gli arrangiamenti, ma il tutto confluisce in un prodotto finale di stampo pop, con particolare cura delle melodie. La band ha all’attivo un Ep omonimo autoprodotto di 5 brani, pubblicato il 6 Gennaio 2017, a cui è seguito un tour di circa 50 concerti (tra i più importanti si ricordano le aperture a Thurston Moore, Fast Animals and Slow Kids, Pan del Diavolo e C+C Maxigross). E un secondo lavoro: “Overnight”, un album di 10 brani, per l’etichetta Woodworm. Appuntamento al 15 gennaio.

 

Cappadonia è uscito con un nuovo album, “Corpo Minore”, il 29 novembre per Brutture Moderne. Per il chitarrista/cantautore, già leader degli Stella Maris, che ha collaborato con vari esponenti del rock indipendente italiano (Alosi, Il Pan del Diavolo, Sick Tamburo, Gli avvoltoi, Aura) è il secondo disco solista, anticipato dal primo singolo, intitolato anch’esso “Corpo Minore”. “Corpo Minore” è scritto, prodotto e arrangiato da Cappadonia. Registrato su nastro al Duna Studio di Russi (RA), quartier generale della famiglia Brutture Moderne, da Andrea “Duna” Scardovi, un grande esperto del suono analogico della Romagna. È un disco dal sound potente, che orbita intorno a chitarra e batteria, e che rivendica la propria profonda libertà estetica. Cantautore/chitarrista di origini siciliane, bolognese di adozione, collabora diversi anni in tour e in studio con vari esponenti del panorama indipendente italiano come Alosi, Il Pan del Diavolo, Sick Tamburo, Gli avvoltoi, Aura. Nel 2016 pubblica il primo album solista “Orecchie da elefante” (Brutture Moderne) scritto e prodotto insieme a Pietro Alessandro Alosi. L’album ha ottenuto la nomination come miglior opera prima per le TARGHE TENCO 2016 e viene accompagnato da un tour di oltre 50 date in tutta Italia. Nel 2017 fonda insieme a Umberto Giardini la band STELLA MARIS di cui è chitarrista principale, autore delle musiche e leader. La band pubblica un omonimo album e un EP per La Tempesta Dischi intraprendendo un tour nel 2018 che culminerà sul prestigioso palco di MILANO ROCKS. A Giugno 2019 nuovamente come solista è opening act per Johnny Marr alla Rocca Malatestiana di Cesena. Il nuovo album solista “Corpo Minore” contiene diversi featuring (Federico Poggipollini, Alessandro Alosi) ed è stato scritto e prodotto interamente dallo stesso Cappadonia. Appuntamento al 16 gennaio.

 

“Carne Cruda A Colazione” è il titolo del nuovo album di inediti di Succi, uscito il 20 settembre per La Tempesta Dischi – Soviet Studio. Secondo lavoro discografico a proprio nome del co-fondatore e autore dei Bachi da Pietra, “Carne cruda a colazione” vede nuovamente il lavoro di produzione di Ivan A. Rossi (Baustelle, The Zen Circus, Dimartino), che ha già lavorato sul precedente disco. L’album arriva a due anni dal precedente “Con ghiaccio”, primo disco firmato Succi, dopo il vinile per sola voce in cui ha inciso i versi di Giorgio Caproni de “Il Conte di Kevenhuller” e un album di cover di brani di Paolo Conte, intitolato “Lampi per Macachi”. Succi torna con 10 brani fatti di crudezza e amaro realismo conditi con un pizzico di ironia e pronti per essere assaporati. In apertura la cantautrice Irene Ghiotto. Afterparty: Splendido Splendente, dancefloor italiano. Appuntamento al 17 gennaio.

 

La neonata label milanese Digitale2000 celebra il suo roster con tanti ospiti e tanta voglia di divertirsi e farci divertire. Primo confermato il “capostipite” I miei migliori complimenti. Cast e guests in aggiornamento. A seguire il party house/nu-disco del sabato sera milanese: Discoteca Paradiso. Appuntamento al 18 gennaio.

 

Max Zanotti, cantautore comasco, già voce e penna dei Deasonika (4 album tra il 2001 e il 2008), attualmente frontman della rock band Casablanca (2 album), affianca anche alla carriera di produttore artistico la sua avventura solista. Dopo l’esordio con il disco “L’illusione” (Carosello, 2011) e numerose collaborazione come voce del collettivo Rezophonic, negli album di L’aura, Scary Allan Crow, DJ Myke arriva a fine 2019 il nuovo lavoro solista intitolato “A un passo” (Vrec Music Label / Audioglobe). Aoountamento al 22 gennaio.

 

Il cantautorato illogico d’avanguardia arriva nei migliori club italiani con “Il Neuroscettico Tour”, che porterà dal vivo il nuovo singolo della band romagnola Duo Bucolico, interpretando sul palco quel sentimento di rancore e di frustrazione che denota la disaffezione di questa epoca. “Il neuroscettico” è un brano sui capri espiatori che viene proiettato a casaccio e sempre lontano da noi, verso un esterno altro, che sia un popolo, o un’entità politica. «Non sarà il nazionalismo a risolvere i problemi della globalizzazione. – commenta il Duo Bucolico – Non sarà la nostalgia a vincere sul futuro.» Il nuovo disco “Random” (Cinedelic Records) è composto da dieci canzoni, piccoli e grandi tasselli che restituiscono un panorama multicolor, talvolta esilarante, talvolta agghiacciante, dei tempi moderni in continua evoluzione – o involuzione. Lo stile del disco è compatto e essenziale, gli arrangiamenti semplici sorreggono con leggerezza i testi dei brani che si rivelano densi e ambigui. Ambiguità che caratterizza i personaggi delle canzoni, sempre in bilico tra evanescenza e concretezza, tra riso e cruccio. Il disco è stato prodotto da Cinedelic Records, arrangiato dal Duo Bucolico e mixato da Leonardo Fresco Beccafichi – braccio destro storico di Jovanotti in studio e al mixer nei live – al Malkovich Studio di Città di Castello e masterizzato da Andrea Suriani (Calcutta, Salmo, Cosmo, Elisa, Coez, Negrita, Colapesce). Il Duo Bucolico nasce nel 2005 in Romagna frutto delle menti di Antonio Ramberti e Daniele Maggioli. I due artisti scrivono canzoni di ‘cantautorato illogico d’avanguardia’ e dal vivo riescono sempre a suscitare l’ilarità generale che gli ha permesso di coprire negli anni più volte la penisola con i loro tour. Il loro stile è volutamente ebbro e ironico, fatto di una pensosa leggerezza che è sempre contaminata da uno sguardo che è sia antropologico, sia anarcoide. I concerti sono un concentrato di improvvisazione e libertà (tra beat elettronici, vaniloqui, strane filastrocche e canzoni d’autore), in una continua ricerca del contatto con il loro pubblico, molto eterogeneo ed affezionato. Hanno all’attivo sette album, di cui l’ultimo è “Random” (Cinedelic Records) uscito ad aprile 2019. Il RandomTour li vede nell’estate del 2019 sui palchi dei più grossi festival italiani (Core, Botanique, Alta Felicità), inoltre sono tra gli ospiti ufficiali del Jova Beach Tour, il grande tour delle spiagge di Lorenzo Jovanotti. Appuntamento al 23 gennaio.

 

Dish-Is-Nein, Cristiano Santini, Dario Parisini e Roberta Vicinelli, sono lieti di annunciare una serie concerti a partire dal 17 gennaio 2020, per presentare live l’omonimo album d’esordio edito per Contempo Records. Un lavoro di rinnovata freschezza, dove elettronica, industrial e cyberpunk si miscelano con bellicosa eleganza a bass lines elettroniche, marce doom, cori alpini ed altri ingredienti difcili da scovare nel pacifcato ricettario musicale di inizio millennio. Il live di Dish-Is-Nein, sarà anche l’occasione per riascoltare alcuni dei brani più iconici dei Disciplinatha, celebrati con la riedizione in vinile di “Tesori della Patria”, cofanetto antologico contenente tutta la discografa della band più alcuni inediti in uscita a gennaio 2020. (Contempo Records). Più che un concerto, quello dei Dish-Is-Nein è un rituale, una celebrazione liturgica, viscerale prosecuzione di un cammino iniziato molti anni prima sotto la bandiera Disciplinatha e ripreso ora con nuovo nome, di inalterata carica frontale ed emotiva. Sono passati oltre trent’anni dall’alba dei Disciplinatha; Dish-Is-Nein rappresenta la perfetta evoluzione di un gruppo che se da una parte ha feramente puntato sul non ripetersi, al tempo stesso non ha rinunciato alla formidabile capacità di rappresentazione del presente e alla contaminazione sonora. “Dish-Is-Nein” è un fulgido esempio di giovinezza artistica e maturità umana; l’ennesima riprova di quanto sia ancora forte il bisogno di un approccio all’arte determinato a scavalcare lidi sicuri o comfort zone. Appuntamento al 24 gennaio.

 

Gabriele Blandamura a tre anni di distanza da HIP HOP torna con un nuovo disco sotto lo pseudonimo MSA (Mai Stato Altrove). Anticipato dai singoli I dischi, Dentro un ricordo e Contento lo stesso, RAGAZZI STUPENDI è il nome del secondo album con cui Gabriele racconta frammenti personalissimi della propria vita, le contraddizioni e le difficoltà di avere trent’anni oggi. Da gennaio sarà in tour in tutta Italia per presentare le canzoni del disco. A seguire il party house/nu-disco del sabato sera milanese: Discoteca Paradiso. Appuntamento al 25 gennaio.

 

I Camillas sono i veri mentori della nuova scena italiana. Durante i loro concerti, che sono dei veri e propri raduni, accadono cose inaspettate. Dopo aver portato nei club e nei festival di tutta Italia prima l’energia del loro “Festa e Sangue Tour” e poi quella del “Motorock Summer Tour”, questo autunno/inverno tornano sui palchi con il loro show completamente rinnovato, elettrico ed elettrizzante, unico e imprevedibile. Uscito il 5 ottobre per Trovarobato, il nuovo album “Discoteca Rock” è fatto a colpi di allucinazioni. Ogni colpo spalanca canzoni. Un disco senza ballate. Un disco da ballare, anche male. La fine di un party dove ti sei divertito troppo. Appuntamento al 30 gennaio.

 

“Siamo cugini. Da quando siamo nati, più o meno. Abbiamo sempre giocato insieme, sempre litigato, ci siamo sempre sempre rotti i coglioni a vicenda.” Era Serenase nasce nell’estate 2014 dai cugini Davide “EraSfera” Brancato (rapper e songwriter) e Serena “Serenase” Gargani (cantante, beatmaker e videomaker). Il duo decide di scrivere, registrare e girare il video della canzone “Minyponi” nel giro di due giorni, quasi per scommessa. Il risultato è divertente e nei mesi successivi escono su youtube con altri due brani, “Cartongesso” e “Crystal-Ball”. Quest’ultima canzone porta il duo tra i cinque selezionati della categoria rap/hip-hop del concorso per cantautori “Genova per Voi” nel 2015. Da qui nasce il desiderio di dedicarsi alla scrittura di album, isolati nella loro casa in campagna dell’entroterra genovese, tra orto, galline e capre. “Crystal-Ball”, il primo disco, uscito il 20 ottobre 2017 per The Prisoner Records è stato anticipato da “Letargo”, il primo video/singolo che ha portato il duo a diventare “Artisti della Settimana” per MTV New Generation/Just Discovered e a suonare in importanti live con vari artisti. L’album vede la collaborazione di artisti della scena italiana come Dutch Nazari, Willie Peyote, Sick et Simpliciter, Andrea Ceccon, Albe ok. Segue un lungo e fortunato tour in tutta Italia che vede Serena e Davide calcare i palchi di locali e festival importanti. A Luglio 2019 è uscito il singolo “Che brutto affare”, prodotto da Alessandro Bavo. Ad Ottobre 2019 esce il singolo “Spine” seguito a Dicembre da  “Catrame”, ultimo singolo per ill 2019. Entrambi i brani anticipano l’EP “Spine” in uscita per Gennaio 2020. Afterparty: Splendido Splendente, dancefloor italiano. Appuntamento al 31 gennaio.

03.01.2020 
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

FEDERICA ABBATE
https://www.facebook.com/events/2644440105615005/
Ingresso in cassa 10€ + tess. ARCI

03.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

INDIEVISION NIGHT – la prima notte indie dell’anno
https://www.facebook.com/events/622025931898152/
Ingresso gratuito + tess. ARCI

04.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

JOHNNY MOX
https://www.facebook.com/events/556119005232173/
Ingresso in cassa 8€ + tess. ARCI

05.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

SWEET DREAMS – il party della Befana
https://www.facebook.com/events/618649478905003/
Ingresso gratuito + tess. ARCI

09.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S in coll.ne con BPM CONCERTI
presentano

JOE VICTOR
https://www.facebook.com/events/977346029288205/
Ingresso in cassa 10€ + tess. ARCI

10.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S in coll.ne con PANICO CONCERTI
presentano

JULIE’S HAIRCUT
https://www.facebook.com/events/427925117861635/
Ingresso in cassa 10€ + tess. ARCI

10.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

BREAKOUT
Event coming soon
Ingresso gratuito + tess. ARCI

11.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S in coll.ne con VERTIGO CONCERTI
presentano

HANDLOGIC
Opening act: ONGAKU
https://www.facebook.com/events/509146576480998/
Ingresso in cassa 8€ + tess. ARCI

11.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

DISCOTECA PARADISO
Event coming soon
Ingresso gratuito + tess. ARCI

12.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S in coll.ne con IL FARO INDIE e INDIEVISION
presentano

BRILLA
https://www.facebook.com/events/833945430372079/
Ingresso gratuito + tess. ARCI

15.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S in coll.ne con RADAR CONCERTI
presentano

VANARIN
https://www.facebook.com/events/432039237702744/
Ingresso in cassa 8€ + tess. ARCI

16.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

CAPPADONIA
https://www.facebook.com/events/437217936937543/
Ingresso in cassa 8€ + tess. ARCI

17.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S in coll.ne con LA TEMPESTA
presentano

SUCCI
Opening act: IRENE GHIOTTO
https://www.facebook.com/events/497429274169370/
Ingresso in cassa 8€ + tess. ARCI

17.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

SPLENDIDO SPLENDENTE
Event coming soon
Ingresso gratuito + tess. ARCI

18.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

DIGITALE2000 PARTY: I MIEI MIGLIORI COMPLIMENTI + GUESTS
https://www.facebook.com/events/1265974790458691/
Ingresso in cassa 8€ + tess. ARCI

18.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

DISCOTECA PARADISO
Event coming soon

Ingresso gratuito + tess. ARCI

19.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

PENDING LIPS FESTIVAL – 1° ELIMINATORIA
Event coming soon
Ingresso gratuito + tess. ARCI

22.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

MAX ZANOTTI
https://www.facebook.com/events/2539326522967673/
Ingresso in cassa 7€ + tess. ARCI

23.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S in coll.ne con BPM CONCERTI
presentano

DUO BUCOLICO
https://www.facebook.com/events/1467295266741861/
Ingresso in cassa 8€ + tess. ARCI

24.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

DISH-IS-NEIN (EX DISCIPLINATHA)
https://www.facebook.com/events/566110974201813/
Ingresso in cassa 15€ + tess. ARCI

25.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

MAI STATO ALTROVE
Opening act: BAIS

https://www.facebook.com/events/736365800193922/
Ingresso 8€ + tess. ARCI

25.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

DISCOTECA PARADISO
Event coming soon
Ingresso gratuito + tess. ARCI

26.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

PENDING LIPS FESTIVAL – 2° ELIMINATORIA
Event coming soon
Ingresso gratuito + tess. ARCI

29.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

MUSICAPERBAMBINI
Event coming soon
Ingresso in cassa 8€ + tess. ARCI

30.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S in coll.ne con PANICO CONCERTI
presentano

I CAMILLAS
https://www.facebook.com/events/414055622840137/
Ingresso in cassa 10€ + tess. ARCI

31.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S in coll.ne con MAGIC BEAN BOOKING
presentano

ERA SERENASE
Opening act: GANOONA + SECK
https://www.facebook.com/events/472944916739836/
Ingresso in cassa 8€ + tess. ARCI

31.01.2020
CIRCOLO OHIBÒ e COSTELLO’S
presentano

SPLENDIDO SPLENDENTE
Event coming soon
Ingresso gratuito + tess. ARCI

Avatar
About redazione 2045 Articles
di +o- POP