UN VECCHIO BORSONE

1s
[…]
Che posso dirti? A volte mi sento sola, così sola da non sentirmi quasi più viva.
In simili momenti mi rasserena un ricordo: io che lavo i piatti e tu dietro di me, con la schiena curva e la testa appoggiata sulla mia spalla con i tuoi capelli scompigliati che mi solleticano il collo. Ti lasciavo stare lì, a protezione di quel momento casalingo in cui le nostre vite di merda si bloccavano in un idillio di qualche ora, per concederci un respiro di sollievo. Ora io non cucino più, i piatti non li lavo, è tutto in disordine sui fornelli.. Tu invece cucini e hai anche imparato a fare i servizi.

 

Penso alla vuotezza di questi giorni che lascio scorrere senza che mi tocchi più nulla, la mia passività ha preso il sopravvento dimostrando di avere una forza di volontà ampissima, in grado di sovrastare qualsiasi slancio volto ad un miglioramento. Chissà se è un caso che l’unico orologio che possiedo si è fermato. Pensa, si sono scollate le lancette dal quadrante, cosa alquanto insolita, e sono rimaste lì imprigionate nel vetro fra quei dodici numeri che trasmettono solitudine anche solo a guardarli di sfuggita.

 

Ieri sentivo il bisogno di andare alla stazione. Avevo bisogno di vedere i treni. Partono e arrivano, si fermano, indugiano e vanno via di nuovo.
Vorrei sentirmi così, con la sicurezza di un treno di perdere tutto quanto accumulato in una corsa, per poi accogliere nuove persone e nuovi bagagli. Invece sai come mi sento? Come un vecchio borsone rattoppato, strattonato con poca attenzione da qualcuno e lasciato in qualche posto poco importante, freddo e non accogliente.
Con te non sono mai stata un borsone.. Ero il contenuto della valigia che portavi sempre con te, mi sostenevi e accudivi con forza perché a te non importava quanto io potessi essere pesante da trascinare..
Non mi piaccio più, non mi riconosco.
Tu sei il colore indispensabile sulla tavolozza per fare bello un quadro, sei colore, tela e pennello. Sei tutto ciò che occorre per creare sfumature, per realizzare qualcosa di positivo, per rendermi migliore.

E sei lontano.

[…]
Avatar
About Fiorella Todisco 55 Articles
Classe '92, laureata in giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Ama il diritto, la letteratura, la scrittura, la musica e prova a fare di tutto un po'.