Shall We Dance? The xx in concerto a Milano

 

Setlist

Say Something Loving
Crystalised
Islands
Lips
Brave for You
Basic Space
Performance
Too Good (brano originale di Drake)
Infinity
VCR
Dangerous
I Dare You
A Violent Noise
Fiction
Shelter
Loud Places (brano originale di Jamie XX e Romy Madley Croft)

On Hold
Intro
Angels

Love, love, love sono le ultime tre parole canta dal pubblico assieme alla band, al termine di un’ora e mezza dolce, romantica ed energica firmata The xx.

Il trio inglese ha appena regalato ad un forum sold out una performance di altissimo livello: lo si nota nei volti sorridenti degli avventori del parterre che corrono a comprare il vinile del loro ultimo album, nelle coppie che si scambiano l’ultimo bacio prima di affrontare una nebbiosa Milano e nel mio volto ricolmo d’estasi.

“Lo ammettiamo, prima di questo show eravamo molto nervosi, ma voi siete stati così caldi ed ospitali, non potete immaginare quanto questo significhi per noi”

Dice così Oliver Sim, bassista e voce maschile della band londinese, verso la fine del concerto. È un sentimento normale, dopo 5 anni senza pubblicare un album ci si sente un po’ come al debutto. Nervosismo che si percepisce in un inizio leggermente incerto non tanto in termini d’esecuzione, sopraffina dall’inizio alla fine, ma come scelta di scaletta.

Dopo la splendida apertura con Say Something Loving si resta sul repertorio classico della band: Crystalised Islands sembrano messe in partenza per confortare il pubblico che il trio non ha scordato le proprie fortunate origini. Si continua su toni tranquilli con Lips Brave For You fino ad arrivare al vero punto di svolta del concerto con la pietra miliare VCR e Dangerous traccia d’apertura dell’ultimo album.

Da qui la band trova la piena confidenza con l’enorme, a loro detta inaspettata, platea del forum e l’alchimia sul palco e con il pubblico cresce fino ad esplodere. Il culmine lo si raggiunge con Loud Places, pezzo di Jamie xx cantato da Romy Madley Croft (voce femminile e chitarra della band) corredato di un fenomenale spettacolo di luce che manda in orbita il forum e conferma come Jamie XX, che cura la sessione ritmica, sia sempre più il motore della band. L’outro prima dei bis si trasforma nell’intro di On Hold, seguita da Intro ed Angels, che chiude il concerto con un duetto dolce fra band e pubblico.

Il concerto degli XX è stato un rincorrersi di contrasti fra musiche ed atmosfere. La prima parte lenta ed introspettiva e la seconda tutta da ballare, sempre con quel romanticismo di fondo che contraddistingue l’operato della band.

A pensarci bene ricorda proprio quelle volte che si andava in discoteca da adolescenti: all’inizio si è impacciati, consci delle proprie scarse doti di ballerino, ma via via ci si lascia andare raggiungendo il culmine del divertimento alla fine, proprio quando vorresti non finisse.
Perché nonostante i volti sorridenti ed appagati del pubblico alla fine dello spettacolo, tutti avremmo voluto che questo concerto non finisse, come anche la band, che si è trovata a chiudere la propria scaletta nel momento di massimo splendore.

 

,

 

 

Avatar
About Paolo Cunico 70 Articles
Nato sotto la stella dei Radiohead e di mani pulite in una provincia dove qualcuno sostiene di essere stato, in una vita passata, una motosega.

1 Trackback / Pingback

  1. Più o Meno Natale, 1 Dicembre: The XX - I See You | Piu o Meno POP

I commenti sono bloccati.