Il gotha del rock italiano al Sound Music Club di Frattamaggiore (Napoli) il 16 e il 17 dicembre

Il 19° e 20° live stagionale del Sound Music Club con il gotha del rock italiano:
Roberto Dell’Era (Afterhours) e Enrico Gabrielli (PJ Harvey, Calibro35, Muse, Mike Patton in Mondo Cane); Cesare Malfatti (La Crus), Egle Sommacal (Massimo Volume) e Giovanni Ferrario (John Parish, Scisma, Rokia Traorè, Hugo Race, Cesare Basile, Cristina Donà) saranno protagonisti in un lungo week- end rock con i moniker di: THE WISTONSFerrario/Malfatti/Sommacal.

 

 

Venerdi 16 Dicembre
Giovanni Ferrario + Cesare Malfatti + Egle Sommacal

Tre musicisti che hanno segnato la cultura underground italiana (e non solo) in un’unica serata. Giovanni Ferrario, Cesare Malfatti ed Egle Sommacal non sono solo conosciuti per essere gli storici componenti di band del calibro degli Scisma, La Crus e Massimo Volume, ma anche per la loro instancabile attività solista e produttiva.
La carriera di Giovanni Ferrario parla da sola (P.j Harvey, John Parish, Scisma, Rokia Traorè, Hugo Race, Cesare Basile, Cristina Donà sono solo alcuni dei nomi che lo hanno scelto in qualità di musicista e di produttore), così come quella di Cesare Malfatti (cofondatore di La Crus, Amor Fou, musicista degli Afterhours nel periodo memorabile 1990/92, ma anche produttore discografico ed artistico a più livelli) e di Egle Sommacal (autore di perle di indiscusso gusto artistico come Il cielo si sta oscurando e del recente L‘Atlante della Polvere, chitarra storica dei Massimo Volume, collaboratore degli Ulan Bator e del collettivo Wu Ming).
Un’occasione vederli uno dopo l’altro su un unico palco, un piacere riunire in un’unica serata tre ascolti di indubbia raffinatezza.

 

 

Sabato 17 Dicembre
The Wistons

The Wistons sono un power trio basso, batteria, tastiere e voci dedito alla psichedelica e al culto dell’anarchia ancestrale.
I loro grandi templi non sono lontani dal pianeta Gong: si stagliano nell’orizzonte di una Canterbury distrutta, a destra dalla tomba di Hugh Hopper dei Soft Machine e a sinistra di quella di Kevin Ayers.
Navigano negli acquitrini maleodoranti del progressive, non curanti dello sporco che resta addosso ai vestiti. E chissenefrega, tanto nel rock’n’roll lo sporco diventa puro stile… Ma solo per l’effetto di un miraggio sembrano in territorio britannico, perché i tre pilastri che sorreggono la struttura sono uno a nord, uno a centro e uno nel sud della penisola italiana.
Essi vivono nella stessa città ma non ha un nome pronunciabile senza che qualcuno non faccia una faccia strana.
Dunque non la pronunceremo.
Basti solo sapere che uno, quello alto, si chiama Rob Wintson, un altro, quello con i baffi, Linnon Winston e il terzo, quello strambo, Enro Winston. E quando sono assieme, anche solo per comprare le sigarette, da sempre, da ben prima di essere una band, erano spiritualmente una band perfetta.

Prossimi Concerti in Programma:

Dicembre
17 The Winstons aka Gitto/ Roberto Dell’Era/ Enrico Gabrielli (Calibro 35)
20 Fall Has Come
22 Zeus! + Fulkanelli
25Xmas w/ Diaframma / Siberia Reloaded
27 Lapingra
28 Terzo Piano
29 Antonio Firmani
30 Junkfood 4tet
31: New Year’s Eve Party / Welcome 2017

Gennaio 2017
4 Lato B
5 OvO + LoScarto
07 Death Winter Coming Fest w/ Natron
+ VxPxOxAxAxWxAxMxC + Intracranial Purulency + One Day In Fukushima
21 Garbo
27 C+C=Maxigross + Miles Cooper Seaton (Akron/Family)

Febbraio 2017
03 Destrage + guest

Redazione
About Redazione 3184 Articles
di +o- POP