PiuomenoSanremo 2018 – Il Grande Amarcord

A cura di Luca Bassani

Quando segui il Festival di Sanremo dalla TV, ne riesci ad immaginare solo un parte.

Forse ne vedi un po’ di più se segui anche i programmi che, in altre fasce orarie e su mille canali, vivono di ciò che accade a Sanremo.

Sanremo è una sorta di mashup cinematografico dove The Truman Show incontra Amarcord.

Ogni giorno, per le vie e nei palazzi sanremesi, potresti rifare la stessa cosa, incontrando personaggi bizzarri e vivendo situazioni surreali. Un universo parallelo che ripete se stesso per una settimana.

Di Amarcord ritroviamo quella varietà umana che penseresti non possa esistere e invece… per fortuna o purtroppo, vive e non lotta insieme a noi.

Non voglio dilungarmi troppo e mi limito a rivivere con voi il solo tragitto casa – sala stampa. L’esemplare più diffuso sono quelli come me ma più appariscenti. Abitanti della sala stampa, cordino RAI al collo e gli occhi piccoli di chi vede poco la luce del sole. Sono ovunque ma alle prime gocce di pioggia spariscono e ricompaiono al primo sole. Tipo i funghi.

Qua e là si trovano musicisti su palchi estemporanei. Ci sono anche quelli con un repertorio originale ma la scena se la prendono i sosia. Potrei citarne molti ma il re, da anni, è il sosia di Pavarotti che oggi, ho ritrovato protagonista di un Pavarotti and Friends improvvisato con una serie di personaggi folcloristici come la sosia ‘morbida’ di Cleopatra. Indimenticabile.

Un po’ ovunque ci sono youtuber che non conosco, le postazioni mobili delle maggiori radio nazionali e, al Palafiori, spazi sponsorizzati con la promozione di musica nuova, prodotti e realtà territoriali locali e altre cose che non ho ancora avuto sufficiente curiosità di scoprire.

Il resto lo fanno i turisti ed i curiosi appostati con binocoli per scorgere i VIP.

In Amarcord c’era un giovanissimo Eros Ramazzotti, a Sanremo ci abbiamo visto la giovane figlia.

Nel parallelismo con Amarcord, una sola casella è rimasta sgombra.

Non trovo la Gradisca.

PiuomenoSanremo leggi tutti gli articoli

Redazione

di +o- POP