Il romanticismo di LIBERATO, l’altro lato dell’amore spiegato nel secondo video in 2 giorni

A cura di Vincenzo Noletto

“Ciao, arrivato? Aspettami!”

E chi se lo aspettava.

LIBERATO, fermo per una vita, lontano dal clamore generato con “Nove Maggio” e “Tu t’e scurdat’ ‘e me” (e averci provato con “Gaiola Portafortuna” e “Me Staje Appennenn’ Amò”)  lancia 2 mine una dietro l’altra, nei giorni segnalati nei video.

Eh si, perchè stavolta i 2 video si parlano, raccontano i 2 lati della stessa storia, quella di “INTOSTREET”.
Abituati a Liberato, e al suo “modo di fare”, ci aspettavamo che a soffrire della mancanza e lontananza fosse solo lui, così come in tutti gli altri pezzi/video.
Niente di più sbagliato: anche lei prova in tutti i modi a ripartire con un nuovo ragazzo, anche se lui sembra non toccare le corde giuste, o almeno non così come sapeva fare il suo ex.
Questo video ci fa anche capire che in realtà lei gli rispondeva, anche lei è sempre attaccata al telefono a dargli corda, gli teneva aperta la porta anche quando le fa una scenata di gelosia sotto casa sua, quando il ragazzo che frequenta l’accompagna sotto casa in un macchinone congruo al suo stato sociale (ed in questo momento che collego una serie di riferimenti: la rosa di pane, che è in realtà il simbolo di Liberato, e le 2 citazioni di Nino d’Angelo e Gigi D’Alessio).
Il giorno dopo lei sta uno schifo, è visibile, è l’unica a non fare il bagno tra il gruppetto di amiche riunito in riva al mare e il colpo di grazia arriva dalla foto ricevuta che nessuna sembra capire (giustamente).

Bisogna vedersi, per forza.
Succede quello che succede nel video “precedente”, solo che nel vedere l’altro punto di vista, sembra che il bacio non sia più rubato da lui, ma cercato da entrambi. È bella questa sfumatura diversa, sembra raccontare quasi un altro epilogo.
Non è chiusa qui, oramai è lei che c’è “rimast asott”, l’espressione di sasso sul Lungomare mentre vede lui con l’altra ragazza è emblematica, così come “l’apertura” dovuta al suono della vibrazione sul nero, quasi come se ci fosse un messaggio ricevuto che noi possiamo solo immaginare.

Credo lo scopriremo nel prossimo pezzo…anche se già sento “puzza” di 9 maggio.

Leggi anche:
Finalmente hanno liberato LIBERATO, ma l’hanno dovuto mettere INTOSTREET
Il misterioso mistero di LIBERATO

Redazione
About Redazione 3200 Articles
di +o- POP