“Paprika”: date alla MYSS quel che è della MYSS – L’ultima fatica della regina di Milano è un viaggio piccante in una notte di eccessi 

A cura di Francesca Lotti

 

M¥SS KETA

Paprika

(Island/Universal Music Italia)

TRACKLIST

1 – ALSO SPRACH ELENOIRE DI ELENOIRE FERRUZZI
2 – BATTERE IL FERRO FINCHÉ È CALDO
3 – UNA DONNA CHE CONTA REMIX FEAT. WAYNE SANTANA
4 – MAIN BITCH
5 – BOTOX REMIX FEAT. GEMITAIZ
6 – PAZZESKA FEAT. GUÉ PEQUENO
7 – TOP FEAT. LUCHÈ
8 – 100 ROSE PER TE FEAT. QUENTIN40
9 – MORTACCI TUA PROD. CACAO MENTAL
10 – CLIQUE PROD. POPULOUS
11 – LE RAGAZZE DI PORTA VENEZIA REMIX FEAT. ELODIE, PRIESTESS, JOAN THIELE
12 – B.O.N.O.
13 – LA CASA DEGLI SPECCHI PROD. GABRY PONTE
14 – FA PAURA PERCHÉ È VERO FEAT. MAHMOOD

La prima cosa che impari quando ti trasferisci a Milano, è che su Milano ci sono un’infinità di stereotipi.

La seconda è che sono tutti – o quasi – veri.

La terza è che presto o tardi finirai per impersonarli anche tu.

M¥SS KETA rappresenta esattamente questo: è la diva dal volto coperto che si maschera per smascherare tutti i nostri vizi, le contraddizioni, le ipocrisie, perché “non avendo volto, c’è un po’ di M¥SS KETA in ognuno di noi”.

Ce lo ha dimostrato dal suo primo pezzo, MILANO SUSHI E COCA (2013), affinando anno dopo anno le sue armi: estetica dell’eccesso e linguaggio luccicante, il tutto sapientemente amalgamato a basi che ti entrano in testa anche se non vuoi – soprattutto se non vuoi – come l’hangover di una serata in cui hai esagerato e hai fatto cose di cui ti sei pentito.

Nel nuovo album PAPRIKA uscito il 29 marzo per Island/Universal, c’è tutto questo e molto di più.
Tante sono le citazioni, a partire dal titolo e dalla copertina: si omaggia il cinema di Tinto Brass, quello di Bigas Luna con protagonista Valeria Marini, Satoshi Kon e gli anime giapponesi.

Attraverso 14 tracce (11 inediti e 3 remix),  la  sacerdotessa della notte ci prende per mano e ci porta a fare un giro nel suo mondo, un caleidoscopio dalle mille sfaccettature che si delineano anche grazie alle innumerevoli collaborazioni con artisti quali Gemitaiz, Gué Pequeno, Wayne della Dark Polo Gang, Quentin40, Mahmood.

L’album si apre con la geniale invettiva “ALSO SPRACH ELENOIRE” feat. ELENOIRE FERRUZZI (sì, proprio LEI), che è poi un omaggio al Kanye di The College Dropout e a John Waters e la sua musa Divine.

Segue BATTERE IL FERRO FINCHÈ È CALDO, il foglietto illustrativo dell’album da leggere attentamente prima dell’uso.

L’universo della regina della notte si dilata  poi in un susseguirsi di situazioni sexy e grottesche. Il remix di UNA DONNA CHE CONTA firmato Wayne Santana è il trampolino per buttarsi a capofitto in MAIN BITCH, traccia metal per “un’arma di distruzione di maschi”, e atterrare sul secondo remix dell’album – molto più oscuro – BOTOX REMIX feat Gemitaiz.

La temperatura di questo club immaginario si alza  velocemente e si prepara per l’ingresso del re del rap: in PAZZESKA FEAT.PEQUENO la M¥SS cammina coi tacchi alti su un beat caldissimo curato da Populous e continua poi su TOP feat LUCHÈ.

100 ROSE PER TE feat. QUENTIN40 apre la stagione dell’amore: è un brano romantico, come un limone in pista con la vista appannata.

Ma a M¥SS KETA non basta e continua a sedurti versandoti in gola drink al frutto della passione sulle note di MORTACCI TUA e CLIQUE.

A fine serata ti risveglia e fa partire il remix di un pezzo ormai iconico come LE RAGAZZE DI PORTA VENEZIA con Elodie, Priestess e Joan Thiele, in un crescendo continuo che tocca l’apice con B.O.NO.

All’alba si esce dal club dopo i momenti finali di euforia trascorsi tra sogno e veglia nella sua CASA DEGLI SPECCHI arredata da Gabry Ponte.

L’ultimo brano – FA PAURA PERCHÉ È VERO feat. MAHMOOD – arriva a sorprenderci piacevolmente con un tocco raffinato e intimo, come un bacio della buonanotte.

Chi alla vista dei featuring temeva l’ennesima operazione di svilimento di un artista irriverente (si è iniziato a gridare “Al lupo! Al lupo!” da quando si era intravista la presenza di una major all’orizzonte) si è dovuto ricredere. Se è vero infatti che M¥SS KETA scrive una nuova pagina del suo percorso cavalcando l’onda delle collaborazioni (come tutti del resto), rimane fedele a sé stessa, capace di trasportare chiunque nel suo mondo – compresi gli altri artisti.

D’altra parte, la M¥SS è quella che in un album farcito di featuring con rapper ti canta:

 “Mi hanno detto che il più babbo del pianeta 

Rapperebbe 100 volte meglio di Myss Keta,

Mh, boh, forse tesò ma

Tu quando suoni al Berghain?” 

Keep going, M¥SS.

 

DATE INSTORE

Roma 3 aprile 18:00 @Discoteca Laziale

Bologna 4 aprile 18:00 @Mondadori Bookstore c/o Spazio Ducati

Firenze 5 aprile 15:00 @Galleria del disco c/o Caffè Letterario

 

PROSSIME DATE LIVE

 28/03 MIL, LISBONA

30/03 SPAZIO 211, TORINO 

5/4 VIPER THEATRE, FIRENZE 

6/4 TEATRO SOCIALE, COMO  

20/4 ROKOLECTIV FEST, BUCAREST

27/4 NEW AGE, RONCADE (TV)  

30/4 MONK, ROMA 

10/5 LOCOMOTIV, BOLOGNA

17/5 DEJAVU, TERAMO

25/5 MI AMI, MILANO 

Leggi tutti i nostri articoli su Myss Keta

Avatar
About redazione 1351 Articles
di +o- POP