Vi spieghiamo come sarebbe la vostra vita in tre accordi: sol, do e mi minore. L’esordio da solista di Alosi con “1985”

A cura di Giuseppe Visco

Alosi

“1985”

(La Tempesta dischi / Khalisa dischi)

 

TRACKLIST:

1 1985
2 666
3 Hotel
4 La Mia Vita In Tre Accordi
5 Imparare a Cadere
6 Rumore
7 Destinazione Marte
8 Di Nuovo
9 Comete
10 Solo e Vivo

 

In uscita oggi 12 Aprile per La Tempesta Dischi, “1985” è l’album d’esordio di Alosi – al secolo Pietro Alessandro Alosi – noto ai più come membro del Pan Del Diavolo.

L’artista introduce così il suo album:

“1985 è un viaggio musicale viscerale e intenso, un portale dimensionale attraverso quello che siamo, quello che saremmo potuti essere e quello che saremo. La voce narrante è quella di un pioniere che torna da un lungo viaggio con la propria storia da raccontare fatta di fragilità, tenacia ed un finale ancora da scrivere. La musica è ispirata a sonorità rock, punk e new wave.”


Dopo anni – pieni di successi e riconoscimenti – con la formazione Pan Del Diavolo, Alosi decide di scendere in campo da solista. Ad un orecchio esperto il collegamento col duo palermitano è fin dalla prima traccia palese. “Ogni ritorno ha un gusto nuovo, sulla mia strada di nuovo” – Di Nuovo ndr – è forse un’avvisaglia al pubblico, che segna si la vecchia strada, quella percorsa col Pan Del Diavolo, ma con un gusto nuovo, quello che Alosi ha deciso di provare come solista. 1985 risulta essere tutto ciò che da un artista come il nativo di Palermo ci si poteva aspettare: viscerale e “umano”.

Particolare attenzione va posta ai testi – penna del Pan Del Diavolo, che lo hanno affermato come uno dei migliori nel suo campo nel panorama italiano – i quali parlano del processo della vita degli uomini comuni, che cadono e si rialzano, che scoprono di avere ferite e decidono di passarci del sale sopra. La vita è un su e giù, è un salire e scendere, bisogna saper accettare il momento e non farsi distruggere dalle sensazioni momentanee.
Quello di Alosi è un mondo nel quale ogni persona può vedersi, fino ad arrivare al momento immancabile dello specchio ove ognuno di noi si chiede cos’è, cosa sarebbe potuto essere e cosa è stato.





Avatar
About redazione 650 Articles
di +o- POP