MAVI PHOENIX: il debut album BOYS TOYS. Un messaggio di solidarietà per l’Italia e un nuovo video.

Me, myself – Mavi

Mavi Phoenix trova sè stesso nel suo debut album “Boys Toys“, uscito il 3 aprile per l’etichetta di sua fondazione.

concept album sono diventati sempre più rari negli ultimi anni. Un disco con una trama continua è già di suo un’affermazione. Non è solo una serie di hit, c’è qualcosa in più su cui discutere, e Mavi Phoenix ha tanto da dire.

Mavi remains Mavi because Mavi has always been Mavi” afferma un commento su YouTube comparso sotto il video di “Bullet In My Heart“ dello scorso luglio, nel quale l’artista austriaco ha parlato della sua disforia di genere per la prima volta. È stato il primo singolo ad anticipare un debut album basato sul concept artistico della ricerca di sè stesso da parte di Mavi Phoenix. 

Boys Toys non è solo il titolo dell’album e del secondo singolo a essere pubblicato, è anche il nome di una persona fanciullesca che accompagna Mavi attraverso le dodici canzoniBoys Toys è un personaggio creato spontaneamente in studio con una voce alienata, che ci rivela i suoi “Scary Thoughts“ e che aspetta con ansia il “Weekend“, o che si sente meglio con l’esperienza di solidarietà che sente intonando insieme un inno (“Who I Am“).

Nel disco, oltre al tema dei giocattoli, si ritrovano un ampio ventaglio di narrative mascoline come il sexy fuckboy (“Strawberries”), l’uomo di famiglia del 2020 (“Family”) o l’attaccabrighe aggressivo (“Choose Your Fighter”) sono esplorate nel dettaglio. Nel processo Mavi Phoenix continua ad assicurarsi il suo corrente status di più importante export musicale austriaco con un approccio artistico distante da aspettative di genere e di stili, ma inconfondibilmente associato al marchio musicale Mavi Phoenix.

Oltre che da Alex The Flipper, producer fidato di Mavi, “Boys Toys” è stato anche prodotto in studi di Los Angeles (NVDES, Yakob) e Berlino (RIP Swirl). Il risultato è costantemente sorprendente così come coerente, un “Concept Mavi” che varia da Beastie Boys a Bedroom, tra aggressività e ansia.

“Boys Toys” copre cronologicamente anche varie fasi del lavoro di Mavi Phoenix. Mentre il finale “Who I Am” è stato scritto due settimane prima di completare il disco, “Post Summer” risale addirittura a prima che Mavi parlasse pubblicamente di transessualità.

“Boys Toys“ è un album che trova la sua forza artisticamente e concettualmente nell’assenza di categorie. O, come dice in “12 Inches“, lo sguardo più olistico nell’identità di genere di Mavi, ‘My life is fucked up / … no it’s not’.

Boys Toys“ viene pubblicato il 3 aprile 2020 per LLT Records. I singoli “Bullet In My Heart”, “Boys Toys” e “Fck It Up“ sono già disponibili. 

Avatar
About redazione 2040 Articles
di +o- POP