[Recensione] RETRO GAMING SPLIT è il 10″ con Arno de Cea & the Clockwork Wizards, The Mullet Monster Mafia, Los Pecadores, I Superinvaders

 

A cura di Maurizio Lucchini

 

Arno de Cea & the Clockwork Wizards, The Mullet Monster Mafia, Los Pecadores, Superinvaders

RETRO GAMING SPLIT
(Creepozoïd Productions, Productions Impossible Records, Calico Records,Orleone Records)

 

Tracklist:

A1 –Arno De Cea & The Clockwork Wizards “Ikari Warriors”
A2 –Arno De Cea & The Clockwork Wizards “Amiga Omega”
A3 –Los Pecadores “Zombie Ambulance”
A4 –Los Pecadores “Sinbad”
A5 –Los Pecadores “Digital Meat”

B1 –The Mullet Monster Mafia “Demon Attack”
B2 –The Mullet Monster Mafia “Shot In The Dark”
B3 –The Mullet Monster Mafia “Draconus (8-Bits)”
B4 –Superinvaders “We Are Not Space Invaders”
B5 –Superinvaders “Blade Runner End Titles Revirused”


RETRO GAMING SPLIT esce oggi, ed è un vinile 10” coprodotto da 3 etichette francesi (Creepozoïd Productions, Productions Impossible Records, Calico Records) e una brasiliana (Orleone Records ) nato da un’idea di Arno de Cea, mente di Calico records e soprattutto dei brutali surf-rockers Arno de Cea & the Clockwork Wizards, dopo che Manu della Creepozoïd Productions gli aveva consigliato di fare una cover del tema di “Ikari Warriors“, un videogioco arcade pubblicato nel 1986 da SNK e successivamente convertito per numerosi home computer e console dell’epoca.

Arno ha deciso di coinvolgere altre 3 band nel progetto e di realizzare un disco a tema “80’s retro gaming”, chiamando a raccolta dal Brasile The Mullet Monster Mafia, dal Regno Unito Los Pecadores e dall’Italia (o dal pianeta Kepler-66b?) i Superinvaders.

Il risultato è un disco split dove figurano le cover dei temi di videogiochi come Simbad (Los Pecadores), Draconus (the Mullet Monster Mafia) e Blade Runner (Superinvaders), oltre al già citato Ikari Warriors (Arno de Cea & the Clockwork Wizards), insieme ad altri brani inediti che rispettano (più o meno) il tema del disco.

 

Inizialmente prevista per maggio, la pubblicazione del disco è slittata al 29 giugno per ovvi motivi dovuti allla pandemia di Covid19, cosa che ha condizionato le registrazioni, i mix, il mastering e la stampa.

 

 

 

Master: Dan Randall, Mammoth sound mastering
Artwork: Flo Impure Creepozoïd Productions ‎– CRPZD38,
Productions Impossible Records ‎– PILP 050, Orleone Records ‎– OR013, Calico Records (4) ‎– CSLP 07

Avatar
About redazione 2310 Articles
di +o- POP