[Musica Contro le Mafie] SOUND BOCS DIARY – Giorno 2: MassimoNero

“Sound Bocs”, la prima music farm a sfondo civile di Musica contro le mafieUn percorso creativo volto a risvegliare le coscienze attraverso l’arte, la cultura e l’unione che vedrà 10 artisti impegnati nella creazione di brani inediti e originali ispirati alle tematiche e ai valori di “Musica contro le mafie”. Un progetto di residenza artistica inedito in Italia che ha preso il via il 6 Settembre durerà fino a domenica 20 settembre. Supportato da “Perchicrea” di MIBACT e SIAE, Sound Bocs gode del patrocinio del Comune di Cosenza e della Partnership di PiùomenoPop, de La voce Produzione e dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro.

Ogni artista dovrà raccontare in un diario digitale il suo quotidiano, suoi pensieri, le sue valutazioni sullo staff, sui protagonisti, suoi compagni, sui luoghi visitati, sulla gente incontrata e tanto altro. Un diario che sarà pubblicato insieme ai brani realizzati in un volume editoriale cross mediale tra contenuti testuali e musicali che saranno consultabili attraverso dei QRCode. Il volume conterrà anche le immagini dei momenti migliori della residenza “SOUND BOCS”.

Giorno 2: MassimoNero

In questo contesto il tempo sembra andare contromano per certi versi, ti ritrovi un po bambino, un contenitore da riempire, e per altri invece scorre cosi velocemente che ti mette addosso la paura di poterti perdere qualcosa, ma la soluzione infondo è una. La vivi per come viene!

Il primo giorno mi ha messo alle strette con me stesso, il tempo è breve per un esperienza cosi grande, e la pressione è costante perche ci si sente in obbligo di fare qualcosa di bello una volta vista la macchina messa in moto e a disposizione di ognuno di noi.

Superato lo scoglio personale, nella seconda giornata sento propositività, la voglia di fare è tanta e si lavora bene, quanto meno ci si diverte e non è poco, che associate ad un contesto sociale importante fortifica maggiormente le motivazioni, artistiche e non.

Difatti mi sento un privilegiato e gia vittorioso solo nel potervi partecipare, conoscere determinate realtà, avere un confronto diretto con addetti ai lavori, tecnici, esperti di marketing, lavorare anche a stretto contatto con loro rende il tutto ancora più esaltante.

Poi c’è il confronto sulla questione sociale e degli effetti della criminalità organizzata e su come la musica può influire dal punto di vista del pensiero collettivo, dagli ospiti come Luisa Impastato ai dibattiti tra noi residenti, con una prevalenza di provenienti da regioni del Sud dai quali escono storie allarmanti, storie di tutti i giorni purtroppo e ti rendi conto di quanto effettivamente sia utile essere presenti in questo modo.

“Le zanzare pungono solo alle 5”  –  Preziosa Ierimonte (Staff Sound Bocs)

Leggi tutti i nostri articoli su Musica contro le mafie

Avatar
About redazione 2310 Articles
di +o- POP