Per vivere bene ci vuole una certa “Mentalità”: perché l’album di debutto di Dola è l’uscita che non puoi perderti oggi 

@ Tommaso Biagetti

A cura di Francesca Lotti

DOLA

Mentalità

(Undamento)

Tracklist:

LIL PUMP
COLLARE
MASCHI
SUPERMERCATO
FREESTYLE
SOGNI
SHAMPOO
MOSTRI
NON ESCO

Ti suona la sveglia, la rimandi finché puoi, ti alzi imprecando perché anche ieri hai bevuto troppo.

Metti su il caffè e imprechi di nuovo perché ti cade tutto sul piano. Hai i ricordi appannati e lo stomaco sottosopra, devi fare veloce, corri, ti infili in metro e via dritt* verso l’ufficio. Finalmente ti accasci sui sedili appiccicosi dei vagoni e fai mente locale. Tu volevi solo uscire a far due chiacchiere al bar e invece sei tornat* all’alba.

Se tutto questo vi suona vagamente familiare, DOLA (@coca_dola) è l’artista che dovete assolutamente ascoltare.

Trentenne di Casalvieri (FR), forse l’avrete già visto negli scatti analogici di @tommy_biagetti o sul palco del Tempio del Futuro Perduto per la festa ”The backstage Chronicles”.

Per chi invece non lo conoscesse, DOLA è la nuova promessa di casa Undamento (l’etichetta che ha lanciato Coez, Dutch Nazari e Frah Quintale) nonché uno degli artisti su cui scommettere per il 2019 secondo Rolling Stone, DLSO e Collater.al.

Per Undamento è uscito oggi Mentalità, il suo album di debutto prodotto da MNTL aka Leonardo Milani (a cui si aggiunge la partecipazione di CERI per il brano SUPERMERCATO)

Tra cantautorato e attitudine DIY, i suoi pezzi ti arrivano dritti addosso come racconti urlati agli amici nella penombra di un bar che sta chiudendo. Un timbro ruvido che ti sorprende si unisce alle sonorità più varie, in una collisione allucinata di generi e attitudini  che arrivano fino all’elettronica.

A tratti scuro e a tratti incazzato, Dola è un po’ quell’amico che ti convince a uscire per birra sul presto e ti fa fare le cinque del mattino. Nei suoi testi c’è l’odore del sesso sporco che ti si appiccica addosso, ci sono le scelte sbagliate e i ritorni all’alba allucinati.

In SUPERMERCATO c’è l’oscillare tra la voglia di ballare e le paranoie.

C’è il risveglio in un letto che non è il tuo con in bocca ancora il sapore dell’ultimo drink, quello che forse era meglio non bere.

C’è la malinconia degli amori finiti male – o già finiti in partenza (E finirà male, E finirà, E finirà in mare, Già lo sai che è così – NON ESCO).

E soprattutto – o nonostante tutto – quella convinzione  che restare fedeli a se stessi è già un buon motivo per festeggiare: Si festeggia lo stesso perché, Perché faccio sempre tutto a modo mio, Fuori di testa come dio, E tu dicevi che volevi anche cambiarmi lo shampoo, Ma lo sai che non cambio, Non dirmi Aldo stai calmo che faccio sempre a modo mio . (SHAMPOO)

Mentalità sarà presentato per la prima volta sul palco del MIAMI Festival il 24 maggio.

Ci vediamo tutti lì, e nel frattempo buon venerdì sera, e buon hangover del sabato.

skkkkkk

Avatar
About redazione 1242 Articles
di +o- POP