Hugo Race: fatalists taken by the dream

A cura di Natascya Donola

Hugo Race Fatalists

Taken By The Dream

(Glitterhouse Records, Goodfellas)

TRACK LIST

Phenomenon
This is desire
Bow & Arrow
Heaven & hell
Fools gold
Gonna get high
Symphony
Altered states
Smoking gun
Taken by the dream

Nuova prova discografica per Hugo Race, musicista e produttore discografico australiano classe 1963 che ha fatto parte, tra l’altro, anche del gruppo Nick Cave and the Bad seeds, con l’album Taken by the Dream,  pubblicato da Glitterhouse e  registrato in collaborazione con Diego Sanpignoli e Francesco Giampaoli (membri dei Sacri Cuori).
Momenti alternati di buio e luce congiunti al puro folk, a tratti moderno, accompagnano queste dieci tracce dove l’artista racconta e racchiude il suo stato emotivo in maniera molto chiara e percettiva.  Si incomincia con
Phonomenon che risuona come malinconica, invece la traccia numero tre Bow & Arrow mi riporta alla mente molto vagamente il sound degli Eagles, Dire Straits paragone un po’ azzardato forse, ma del tutto soggettivo. Continuiamo con  Haven & hell il punto luce, di questo lavoro di forte impatto emozionale, ti arriva come un colpo di fucile diretto allo stomaco, Gonna get high è più ritmata rispetto alla precedente dove le chitarre risuonano in maniera prepotente, è il migliore brano a mio parere.
Il compito di riassumere questo disco aspetta proprio alla title track
Taken by dream, posta proprio in fondo alla tracklist.
In conclusione non male, non è un disco che arriva all’ascoltatore in maniera immediata, infatti, a mio avviso necessita di più ascolti per essere veramente compreso e dargli il miglior rispetto che merita.

La band di Hugo ha assunto il nome di Fatalists e ha fatto un lungo tour in Italia, consolidando il sound nel 2012 con “We Never Had Control”. Un EP di cinque tracce, “Orphans”, uscito nel 2014, è stato accompagnato da una lunga tournée in Europa e in Australia. Da Maggio le prime date del tour in Italia:

Avatar
About redazione 768 Articles
di +o- POP