Whitney: la dolcezza della malinconia

 

A cura di Renata Rossi

 

WHITNEY


Forever Turned Around
(Secretly Canadian)

 

Tracklist:
1. Giving up
2. Used to be lonely
3. Before I Know It
4. Song for Ty
5. Valleys (My Love)
6. Rhododendron
7. My Life Alone
8. Day & Night
9. Friend of mine
10. Forever Turned Around

 

I Whitney sono una band di Chicago guidata dal cantante/batterista Julien Ehrlich e dal chitarrista Max Kakacek.

A tre anni dall’album d’esordio “Light Upon The Lake” (qui la nostra recensione) è uscito per Secretly Canadian il 30 agosto “Forever Turned Around”.

L’album è stato prodotto da Brad Cook (Bon Iver, Hand Habits) e Jonathan Rado dei Foxygen (Weyes Blood, Father John Misty).

La formula del primo disco è qui riproposta in modo ancora più efficace e maturo, in una formula coinvolgente in cui le melodie sono intrecciate con gli altri strumenti, corni, archi, tastiere, che accompagnano la chitarra senza mai appesantire troppo. Rispetto all’album d’esordio i toni si fanno più cupi e crepuscolari, la nostalgia di un amore non corrisposto o di una mattina di rugiada in una fresca giornata d’autunno rendono malinconici e struggenti i suoni indie-folk di una Chicago immersa in una sognante atmosfera anni ’70. Mancano forse un po’ le atmosfere spensierate di alcune canzoni dell’album di esordio, ma ciascun pezzo è piacevole all’ascolto e possiede una propria personalità.

Se il primo singolo, Giving up ci riempie di turbamento e Song for Ty è una tenera canzone d’amore, l’intero album sembra capace di toccare le corde del nostro cuore e di farle vibrare dolcemente.

 

Redazione
About Redazione 3207 Articles
di +o- POP