[Redazione] Il ritorno di Hibou Moyen: “Lumen”

 

A cura di: Maria Teresa Gigliotti 

Hibou Moyen

Lumen

(Private Stanze)

Tracklist:

  1. Uragano
  2. Gli scheletri delle comete
  3. Bambina vipera
  4. Ogni buio
  5. L’eruzione
  6. Era Estate
  7. Ruggine dei campi
  8. Serotonina
  9. Martha
  10. Avaria
  11. La preghiera dei lupi

Hibou Moyen torna a distanza di quattro anni dal suo ultimo lavoro Fin dove non si tocca (Private Stanze, 2016) con un disco di 11 inediti intitolato “Lumen”, uscito lo scorso 21 Febbraio per Private Stanze.
Hibou Moyen è il nome d’arte che Giacomo Radi ha scelto di utilizzare per presentarsi al suo pubblico. Si tratta di un’espressione francese, la cui traduzione è “gufo comune”, scelta insieme al cantautore Moltheni e che sottolinea la passione di Radi per la natura e il suo percorso accademico da naturalista erpetologo.
Lumen” è un disco che abbraccia sonorità differenti: dal pop-psichedelico fino al cantautorato italiano degli anni sessanta, conservando sempre quell’attitudine folk che aveva ampiamente caratterizzato i due lavori precedenti.
Se in “Fin dove non si tocca” Hibou Moyen aveva collaborato con Umberto Maria Giardini nella produzione del disco, “Lumen” è prodotto interamente da Giacomo Radi in coppia con Andrea Scardovi.
Attraverso gli undici brani contenuti nel disco, Hibou Moyen accompagna l’ascoltatore in un percorso fatto di discontinuità e rotture fino alla scoperta e alla conoscenza di una realtà unica e indifesa. La nostalgia è il “sentimento chiave” che domina tutto il disco, presentata in tutte le sue sfumature. In “Lumenè possibile rintracciare, in maniera esplicita o indiretta, la natura e il desiderio del cantautore di connettersi con essa che è vista come fonte di ispirazione primaria.
Hibou Moyen, dunque, dopo un periodo di pausa dalla musica ritorna sulle scene con un disco profondo e curato nei particolari. Il consiglio che vogliamo darvi, rivolgendoci non solo agli appassionati del genere, è quello di ritagliare un po’ del vostro tempo per dedicarlo all’ascolto di “Lumen, convinti che non ve ne pentirete. 

Ascolta qui “Lumen

 

Avatar
About redazione 2179 Articles
di +o- POP