[Recensione] L’urlo Gigante di Gulino

© Lorenzo Arrigoni

 

A cura di Gloria Diana Valnegri

 

Gulino

“Urlo Gigante”
(Woodworm/Universal)

 

Tracklist

01 Bambi

02 Un grammo di cielo

03 Fammi ridere

04 Albergo ad ore

05 Parapiglia

06 Sto

07 Dormiveglia

08 Tra le dita 

09 Lasciarsi insieme

10 Sballamore

11 Il tempo lo dai tu

Che Gulino un giorno avrebbe intrapreso la strada da solista senza per questo archiviare l’esperienza con i Marta Sui Tubi rientrava senza dubbio tra le ipotesi del futuro, soprattutto perché dopo qualche anno di silenzio dove è stato impegnato in altre faccende decisamente diverse dai palchi, come occuparsi di sua figlia e della sua compagna o della direzione di un’etichetta, insomma ci si augurava che una delle voci più espressive del panorama italiano potesse regalarci di nuovo brividi ed emozioni. 

L’ha fatto con un “Urlo Gigante”, questo il nome del suo primo lavoro solista, dove possiamo trovare oltre al suo caratteristico modo vocale di esprimersi, un’elettronica ben dosata come fosse un abito sartoriale disegnato con stile e attenzione da Fabio Gargiulo che si e occupato della produzione, con lui nella scrittura il compositore Andrea Manzoni.

 C’è l’amore, c’è la ricerca, c’è un uomo che ha imparato a confrontarsi con la triplice dimensione di padre, compagno e amante. Testi profondi e ricchi di suggestione complice la sua voce che gioca con loop e incastri. Il disco si apre con “Bambi”,  dolcissima canzone scritta per la figlia che sa ben dosare le parole e i significati, amore si, ma fatto di verità promesse e fiducia.

 “Lasciarsi Insieme” è un vortice di bellezza grazie anche alla partecipazione di Veronica Lucchesi de La Rappresentannte di Lista.

Delle 11 tracce che compongono Urlo Gigante non possiamo dire altro che sia un debutto certamente positivo, ben curato e attento alle qualità vocali sopraffine di Gulino. 

 

Avatar
About redazione 2685 Articles
di +o- POP