“La musica è necessità, è come l’acqua” Le ultime parole di Ezio Bosso

© Gloria Imbrogno

A cura di Diana Valnegri 

 

Ci ha lasciati Ezio Bosso, il pianista, compositore, direttore d’orchestra e divulgatore. Aveva 48 anni e da qualche anno lottava senza mai arrendersi contro la malattia che lo stava consumando fino a qualche mese fa, quando dovette dire addio al pianoforte. 

In quell’occasione disse: ”Se mi volete bene smettete di chiedermi di mettermi al pianoforte e suonare. Non sapete la sofferenza che mi provoca questo, perché non posso, ho due dita che non rispondono più bene e non posso dare alla musica abbastanza. E quando saprò di non riuscire più a gestire un’orchestra smetterò anche di dirigere”

Il grande pubblicò lo conobbe con la partecipazione emotivamente toccante al Sanremo del 2016. 

Con la Europe Philharmonic lo scorso Gennaio aveva tenuto le ultime serate all’insegna di Beethoven e Strauss al conservatorio di Milano. 

Se ne va nella sua casa di Bologna accanto alla compagna Annamaria. 

Bosso oltre ad essere il grandissimo talento che tutti conosciamo era una persona dalla sensibilità profonda, vogliamo ricordarlo con una delle sue espressioni più toccanti

 

“La musica ci insegna una delle cose più importanti che esista: ascoltare. La musica è come la vita si può fare solo in un modo: insieme” 

 

Grazie Ezio, sempre tra noi.

© Gloria Imbrogno

Ezio Bosso diventa cittadino onorario della Capitale

Avatar
About redazione 2310 Articles
di +o- POP