HIROSHIMA SOUND GARDEN – IV edizione | dal 6 giugno al 30 settembre 2023

Anche nell’estate 2023 torna la rassegna estiva di Hiroshima Mon Amour


con
TINARIWEN, GOD IS AN ASTRONAUT, DRAGOGNA, DENTE, NADA, MEG,
WUMING2, CATERINA GUZZANTI, GUIDO CATALANO, MAMMADIMERDA,
ROBERTO MERCADINI, GIORGIO MAGRI, LAURA FORMENTI,
VERA GHENO, HIPSTER DEMOCRATICI, BARBASOPHIA

e molti altri

 

dal 6 Giugno al 30 Settembre 2023

la stagione estiva di Hiroshima Mon Amour

via Carlo Bossoli 83 – Torino

www.hiroshimamonamour.org

Per il quarto anno consecutivo nell’estate 2023 torna Hiroshima Sound Garden, la rassegna estiva organizzata da Hiroshima Mon Amour, che dal 6 giugno al 30 settembre prosegue la programmazione aprendo al pubblico lo spazio verde del suo giardino. Inserita nell’ambito della programmazione di eventi estivi sostenuti e promossi da Città di Torino e Fondazione per la Cultura Torino, è realizzata anche grazie al sostegno di Iren e di Fondazione Compagnia di San Paolo attraverso Space, SPazi di PArtecipazione al CEntro, il progetto triennale per il sostegno, la crescita ed il potenziamento dei presidi culturali e civici del territorio.

Anche la IV edizione di Hiroshima Sound Garden presenta un programma multidisciplinare e variegato, con alcune nuove collaborazioni. In orario serale, gli spettacoli e gli incontri dal vivo avranno per protagonisti nomi di prestigio della scena artistica e culturale contemporanea nazionale e internazionale tra concerti, spettacoli di teatro, stand up comedy e talk.

Si comincia martedì 6 giugno con l’evento inaugurale quest’anno affidato a WU MING 2 in dialogo con Fabrizio Gargarone, in Arrivano i Marx/ziani!!! Alieni di tutto il cosmo unitevi!!! un incontro ravvicinato a base di alieni, cavalieri dello spazio, varchi temporali, armate delle tenebre, macchine volanti e lotta di classe.

“L’evento inaugurale di una stagione culturale è importante: è la porta che ti conduce agli altri appuntamenti, anzi è la chiave che apre una parte inesplorata di mondo. Deve essere speciale, affascinante e inatteso. Non deve esser un rassicurante ritornello ma piuttosto un inciampo, quella cosa che noti per la prima volta dopo esserci passato davanti magari per anni” – dichiara Fabrizio Gargarone direttore artistico di Hiroshima Mon Amour – Ecco perché tocca a Wu Ming 2 aprire il Garden di Hiroshima. Questo incontro viene da lontano: dall’idea di dedicare un appuntamento agli amici Valerio Evangelisti e Antonio Caronia che ci trasciniamo da qualche tempo, ad esempio. Poi dal piacere di riprendere una collaborazione nata con lo spettacolo La terapia del Fulmine, messo in scena da Wu Ming Contingent, e poi dall’interesse comune per la fantascienza che ha intrecciato spesso le strade di Hiroshima e Wu Ming.”

Dal primo giorno Hiroshima Sound Garden è arricchito dal progetto klisè tipografie operaie e indipendenza, racconto per immagini sul tema dell’indipendenza delle cooperative operaie, sulla loro storia di democrazia e partecipazione, che trae spunto dalla collezione di 97 cliché riportati a nuova vita dall’oblio dal curatore Aldo Goccione, che con la sua associazione Baravantan riporta in luce oggetti della storia materiale del Piemonte, proponendone nuovi usi.

Primo appuntamento con la musica dal vivo è con Federico DRAGOGNA, voce e penna de I Ministri, in concerto per la presentazione di “dove nascere” il suo primo disco solista (8 giugno); nuova uscita anche per DENTE, in full band, tra vecchi e nuovi brani (9 giugno). Protagoniste di settembre due regine del panorama musicale nazionale: dalla scena alternative elettronica MEG (15 settembre) con l’ultimo lavoro “Vesuvia”, e dopo un eccezionale tour nei club ed un tour teatrale torna in full band, NADA (22 settembre), con uno spettacolo rock ma al contempo intimo e profondo, La paura va via da sé se i pensieri brillano.

Dall’orizzonte senza tempo dell’infinito Sahara proviene il primo grande ospite internazionale, i TINARIWEN (16 giugno) che tornano a Torino per il concerto di presentazione del nuovo album “Amatssou” organizzato in collaborazione con il festival CreativAfrica. Mentre gli irlandesi GOD IS AN ASTRONAUT (21 settembre), icone del post -rock, sono pronti a celebrare i venti anni di carriera con le loro composizioni epiche.

La parola recitata si ritrova in altri appuntamenti tra teatro, stand up comedy e divulgazione 2.0. Il travolgente e surreale comedy show LA SCORIA INFINITA con CATERINA GUZZANTIArianna Gaudio e Federico Vigorito, porta in scena il podcast di successo tratto dall’omonimo libro di Arianna Gaudio (21 giugno); la condizione femminile attuale in una nuova fotografia di uno spettacolo esecrabile al sole con Sarah Malnerich e Francesca Fiore, autrici del blog di successo MAMMADIMERDA (23 giugno); delicatezza e ironia per le vicende amorose di GUIDO CATALANO (7 luglio) che incanta il pubblico con le poesie di Smettere di fumare baciando. Torna anche professore più amato di Italia, BARBASOPHIA (20 settembre) e racconta la relazione tra La filosofia e il calcio mentre ROBERTO MERCADINI in Fuoco Nero su Fuoco Bianco (26 settembre).

La risata è garantita con gli appuntamenti di stand up comedy organizzati in collaborazione con Torino Comedy Lounge: PIPPO RICCIARDIEMANUELE TUMOLO e ANTONIO PIAZZA protagonisti di COMICI IN PIEDI (3 luglio) ; la comicità di GIORGIO MAGRI (4 luglio), primo e unico rappresentante in Italia dell’insult comedy, un genere che vede nei giganti Groucho Marx e Don Rickles i suoi alfieri; e LAURA FORMENTI (5 luglio) con il suo ultimo spettacolo Tranquilli, poi vi spiego. Satira, politica e musicale, è l’ingrediente con cui si sono fatti conoscere gli HIPSTER DEMOCRATICI (13 settembre), collettivo social attivo dal 2012 e ora anche podcast e live show.

Di vizi e virtù parla, tra narrazione e musica, TOPONOMASTICA di Marta Pistocchi (14 giugno), un’immaginifica conferenza di topi, che con pungente ironia analizzano le regole e gli stili di vita delle nostre città con la prospettiva dal basso, degli ultimi, degli emarginati, ma anche di quelli che vedono nei paesaggi urbani un laboratorio di socialità. Di ispirazione letteraria sono invece REZ, concerto poetico (12 settembre) di Eleonora Gusmano e Alessandro Romano, ispirato ad “Altri Libertini” dello scrittore, saggista e drammaturgo Pier Vittorio Tondelli; e IOSONOQUI (11 luglio), studio di Gian Luca Favetto con Lilli Valcepina e le musiche di Giorgio Li Calzi, ispirato all’opera di Alessandro Manzoni e dedicato alla molteplicità della figura della Monaca di Monza.

Sui temi dell’attualità, la compagnia teatrale di EMERGENCY porta in scena PIA E DAMASCO (13 giugno) una riflessione sulle conseguenze che accompagnano la guerra in ogni epoca mentre SOMAYEH HANGHEGAHDAR, filmmaker iraniana, e DENIZ KIVAGE, avvocata e attivista iraniana per i diritti umani, sono protagoniste dell’incontro organizzato in collaborazione con TOxD – Torino città per le donne, PERSEPOLIS 25 ANNI DOPO (20 giugno) incentrato sull’attuale condizione di vita delle donne in Iran, a cui seguirà la proiezione del capolavoro scritto e diretto da Marjane Satrapi e Vincent Paronnaud.

Attraverso le parole comunichiamo le nostre idee, le nostre convinzioni e creiamo realtà. Conoscerne il significato e saperle usare nel modo giusto e al momento giusto permette di comprendere meglio quello che ci circonda, diventando parte attiva della società.  La questione della lingua è il tema dell’incontro Parole, parole, parole con VERA GHENO (18 luglio), sociolinguista, traduttrice dall’ungherese e divulgatrice nonché collaboratrice dell’Accademia della Crusca.

Il racconto di alcune esperienze artistiche completa il programma degli incontri: dal CAMMINO del PIEMONTE SUD (26 giugno) che conduce tra i sentieri dell’Appennino piemontese nel basso Piemonte al viaggio urbano di ECOAGORA’ (27 giugno), fino all’esplorazione nel mondo della musica e dei Festival, in un dialogo tra il giornalista DAMIR IVIC e Fabrizio Gargarone (19 settembre);  mentre IL CEDRO DEL LIBANO Intrattenimento fitoterapico a due voci con l’autrice RAFFAELLA ROMAGNOLO insieme all’attrice Paola Bigatto è ospite al PAV  – Parco d’arte vivente di Torino (12 settembre).

Un calendario impreziosito dalla collaborazione con alcune importanti realtà culturali torinesi: oltre a EMERGENCY ONG ONLUS,  TOXD e Torino Comedy Lounge, anche UGI – Unione Genitori Italiani ONLUS con la festa benefit di Radio Ugi (18 giugno) e con Oltranza Festival (24 settembre) evento dedicato all’inclusione e all’accessibilità, tema che da sempre contraddistingue i pomeriggi danzanti Discoparty dedicati a tutti ma con un’attenzione particolare alle persone con disabilità.

Accanto alla programmazione artistica e culturale, si aggiunge l’attività diurna con l’aula studio all’aperto per studenti, dove studiare o leggere i libri della collezione da libreria offerta dalla Biblioteca di quartiere “D. Bonhoeffer” del Sistema delle Biblioteche Civiche Torinesi.

Hiroshima Sound Garden è allestito in un’area verde polifunzionale, accessibile e attrezzata per garantire la sicurezza per spettatori, artisti e organizzatori e nel segno della sostenibilità ambientale, con l’intento di restituire alla collettività l’opportunità di fruizione culturale e di socialità condivisa, permettendo così a tutti – studenti, giovani e adulti – di vivere, durante tutta la giornata, le diverse attività proposte.

Hiroshima Sound Garden apre al pubblico dal lunedì al venerdì: dalle 10 del mattino alle 18 per l’aula studio, mentre nei giorni di spettacolo dal vivo, dalle 19.30, all’ora dell’aperitivo con gli sfiziosi food box accompagnati dalle specialità dei baristi di Hiroshima. I biglietti per l’ingresso agli spettacoli si possono acquistare in prevendita tramite il circuito www.mailticket.it

Per informazioni e aggiornamenti sul calendario:

www.hiroshimamonamour.org | www.facebook.com/HiroshimaMonAmourTorino/

hma@hiroshimamonamour.org – t. 011 3174997

Informazioni su redazione 3657 articoli
di +o- POP