C’MON TIGRE: Annunciate le prime date del tour di presentazione del nuovo album “Habitat”

Ph. Margherita Caprilli

C’MON TIGRE

ANNUNCIATE LE PRIME DATE DEL TOUR DEL NUOVO ALBUM “HABITAT”

 (Etichetta: Intersuoni / Distribuzione digitale: Believe)

10.02.24 | Bologna – TPO

21.02.24 | Milano – Santeria Toscana 31

22.02.24 | Torino – Hiroshima Mon Amour

07.03.24 | Roma – Monk Club
08.03.24 | Molfetta (BA) – Eremo Club

15.03.24 | Pordenone – Capitol

Poco dopo l’uscita dell’atteso quarto album d’inediti “Habitat”, pubblicato lo scorso 24 novembre, i C’MON TIGRE annunciano i primi appuntamenti del loro club tour nazionale.

 

Apprezzati dalla critica per la capacità di sfidare l’appartenenza a un genere specifico attraverso un sound sperimentale e dal respiro internazionale, il progetto dei C’mon Tigre ha da sempre trovato nella dimensione dal vivo un canale espressivo inedito con cui presentare i propri brani.

 

In vista dei prossimi appuntamenti lungo tutta la penisola, il collettivo musicale è pronto a regalare agli spettatori uno show immersivo e coinvolgente, liberando tutta l’energia dell’ensemble in una danza collettiva.

Ognuna di queste date sarà un’occasione per poter apprezzare il panorama sonoro variopinto e articolato del nuovo capitolo discografico “Habitat” all’interno di uno spettacolo in cui suoni e ritmi saranno il risultato di una continua connessione tra afrobeat, jazz, funk ed influenze provenienti dalla musica brasiliana.

 

A conferma della sua portata globale e cosmopolita, “Habitat” contiene una serie di collaborazioni straordinarie, dall’afrobeat di Seun Kuti, erede di Fela Kuti, alla voce di Xênia França, brillante artista brasiliana di San Paolo, passando per una figura di spicco della musica sperimentale internazionale come Arto Lindsay e Giovanni Truppi, tra i cantautori più interessanti della scena alternativa italiana.

 

Un’odissea musicale che trascina l’ascoltatore in un pellegrinaggio alla scoperta di un ecosistema in cui tutte le forme di vita animali e vegetali prosperano e convivono, un tassello fondamentale nella carriera di un gruppo che negli anni ha saputo ampliare il proprio immaginario anche nell’ambito dell’arte visuale con autori ed artisti come Paolo Pellegrin, Gianluigi Toccafondo, Harri Peccinotti, Boogie, Jules Guerin, Ericailcane, Maurizio Anzeri, Danijel Žeželj e Donato Sansone, quest’ultimo vincitore del Best Music Video al LIAF London International Animation Festival 2022 per il videoclip di “Twist Into Any Shape”, e Marco Molinelli per il video di “Behold the Man” (pluripremiato in numerosi festival internazionali come il LAFA Los Angeles Film Awards ed il Vegas Movie Awards di Las Vegas).

 

L’intero lavoro è stato anticipato dai singoli “Teen Age Kingdom” (feat. Xênia França) e “The Botanist” (feat. Seun Kuti).

Link al videoclip di “The Botanist” (feat Seun Kuti): https://www.youtube.com/watch?v=MaKnjHVKyec

 

“HABITAT” – IL DISCO

Parlando del disco, i C’mon Tigre dichiarano: “Habitat” è una testimonianza del potere della fusione musicale, avvicinando mondi apparentemente lontani e illustrando la stretta interconnessione che esiste tra loro.

L’album è profondamente influenzato dalla tradizione brasiliana, le radici ritmiche sono nella samba, nel forrò, e viaggiano attraverso strumenti e tempi che provengono da questa magnificenza culturale. Tuttavia il suono conserva ancora quegli elementi che hanno caratterizzato il progetto fino a oggi, finendo per restituire un paesaggio sonoro riccamente stratificato.

Oltre ai featuring con Seun Kuti, Xenia Franca, Arto Lindsay e Giovanni Truppi, in questo lavoro continua anche il sodalizio artistico con il collettivo californiano Drumetrics che partecipa ai dischi dei C’mon Tigre fin dal debutto nel 2014.

Queste collaborazioni colmano le lacune geografiche e raccontano la storia di un mondo che può apparire vasto e remoto ma che, in realtà, è intimamente interconnesso.

“Habitat” non è solamente un disco, è una celebrazione dell’intricata danza dell’esistenza e dell’armoniosa coesistenza di tutte le diverse forme di vita.

 

HABITAT – TRACKLIST

01 – Goodbye Reality

02 – The Botanist (feat. Seun Kuti)

03 – Teen Age Kingdom (feat. Xenia França)

04 – Sixty Four Seasons

05 – Nomad At Home

06 – Odiame

07 – Sento Un Morso Dolce (feat. Giovanni Truppi)

08 – Na Dança Das Flores

09 – Keep Watching Me (feat. Arto Lindsay)

 

HABITAT – CREDITI ALBUM

Tutte le canzoni sono state scritte, composte ed arrangiate dai C’mon Tigre, tranne “Odiame” composta da Rafael Otero López e Federico Barreto

Testi dei C’mon Tigre tranne:

“The Botanist” scritto dai C’mon Tigre e Seun Kuti

“Keep Watching Me” scritto dai C’mon Tigre e Arto Lindsay,

“Teen Age Kingdom” scritto dai C’mon Tigre e Xênia França,

“Sento Un Morso Dolce” scritto da Giovanni Truppi

“Odiame” scritto da Rafael Otero López e Federico Barreto.

Registrato e mixato da Lorenzo Caperchi & C’mon Tigre presso la Tana a Bologna (IT), Rio de Janeiro (BR), São Paulo (BR)

Masterizzato da Giovanni Versari presso La Maestà Mastering Studio

Prodotto da C’Mon Tigre & Ettore Caretta per Intersuoni, in collaborazione con Puzzle Puzzle

Giovanni Truppi appare nel brano ‘Sento Un Morso Dolce’ per gentile concessione di Virgin Music Las Italia

 

Layout e design dei C’mon Tigre

Tigri disegnate da Enea Luisi

 

Hanno suonato su “Habitat”:

Danny Ray Barragan DRB (batteria)

Mirko Cisilino (tromba, trombone, corno francese)

Xênia França (voce in “Teenage Kingdom”)

Marco Frattini (batteria)

Seun Kuti (voce e assolo di sax alto in “The Botanist”)

Arto Lindsay (voce in “Keep Watching me”)

Eloisa Manera (violino)

Pasquale Mirra (xilofono, xilofono elaborato)

Daniela Savoldi (violoncello, viola)

Beppe Scardino (sax baritono, sax tenore, sax contralto, flauto,

clarinetto basso, clarinetto basso elaborato)

Valeria Sturba (cori in “The Botanist”, “Teen Age Kingdom”, “Na

Dança Des Flores”)

Giovanni Truppi (voce in “Sento Un Morso Dolce”)

 

“Habitat” riceve il sostegno della Regione Emilia-Romagna nell’ambito della legge musica L.R. 2/2018

 

Etichetta – Intersuoni

Distributore digitale – Believe

Distributore fisico Italiano – Goodfellas
Distributore fisico internazionale – Modulor

Ufficio stampa e promozione – Big Time pressoff@bigtimeweb.it

 

C’MON TIGRE – BREVE BIO

C’mon Tigre è un collettivo composto da membri che condividono la passione di spingersi oltre i confini del suono e del genere, che si è ritagliato una nicchia unica nel mondo della musica sperimentale.

Il progetto si è formato nel 2014 e ha rapidamente ottenuto il riconoscimento per il suo approccio innovativo alla creazione di musica collegata alle arti visive e alle animazioni cinematografiche.

Il loro suono è una fusione ipnotica di vari generi, che si traduce in un paesaggio sonoro che sfida la facile categorizzazione. La volontà dei C’mon Tigre di fondere elementi disparati in un insieme coeso ha fatto sì che si guadagnassero un seguito di appassionati di musica e arte alla ricerca di qualcosa di non convenzionale.

Una delle caratteristiche distintive sono le loro performance dal vivo; gli spettacoli del collettivo sono esperienze coinvolgenti che combinano musica, arte visiva e narrazione per creare un viaggio multisensoriale per il pubblico. La discografia dei C’mon Tigre è una testimonianza della loro anima sperimentale, con album che esplorano temi che vanno dalla connessione umana a questioni sociali e politiche; i loro testi spesso approfondiscono argomenti che fanno riflettere, aggiungendo profondità e impegno intellettuale alla loro musica. Nel corso degli anni, il collettivo ha continuato a evolversi e a spingersi oltre i propri confini, collaborando con alcuni dei più talentuosi artisti del mondo della musica e delle arti visive.

Il loro impegno nell’esplorazione artistica e nell’innovazione li rende una forza dinamica nel mondo della musica contemporanea, e restano un collettivo da tenere d’occhio per chi è alla ricerca di esperienze musicali uniche e di frontiera.

Informazioni su redazione 3707 articoli
di +o- POP