MAX GAZZE’ “MAXIMILIAN TOUR 2016” @ MEDIOLANUMFORUM ASSAGO, MILANO – 29 OTTOBRE 2016

max-gazze_maximilian-tour-2016_milano

 

Si respira proprio un’atmosfera da grande evento in occasione della seconda delle due date conclusive del fortunato e trionfale tour dell’album “Maximilian”di Max Gazzè. Roma e Milano sono le due città scelte per questa festa in grande spolvero ma al contempo intima, che celebra un anno d’oro per il buon Max, con un disco dagli innumerevoli riconoscimenti, un tour nazionale costellato da sold out e soprattutto il primo tour mondiale in carriera in assoluto che lo ha portato oltre all’Europa in America, Giappone e Cina.

Una scenografia colorata e tecnologica, con ledwall a supporto visivo per ricreare ambientazioni in accordo con la vivacità e freschezza delle sue canzoni, un parterre con tante famiglie e bambini che cantano a memoria i ritornelli più famosi, una grande festa insomma come sottolinea lo stesso Max alla fine del primo brano: “Spettacolo! Volevo ringraziarvi per il calore che mi avete dato in questo anno di tour!”.

La setlist racchiude e omaggia, come prevedibile, una carriera oramai ventennale, iniziata col primo album “Contro un’onda del mare”, dal quale ripropone pezzi come “Il bagliore dato a questo sole che risale infatti al 1996 ed è evocata con un mesh up degli eventi più significativi di quell’epoca proiettati sullo fondo del palco che provoca un emozionante effetto nostalgia.

L’esordio è affidato a “Mille volte ancora” con cui il pubblico inizia a scaldarsi, ma è con i ritornelli più riusciti e noti che si scatena e canta con trasporto, con le hit dagli echi sanremesi: da “Il timido ubriaco” a “Il solito sesso” che si susseguono in una sorta di viaggio nel tempo fino ai successi più recenti, veri tormentoni di questa estate da “Ti sembra normale” per arrivare all’ultimo singolo in rotazione “Teresa”.

Max esalta la platea con i suoi virtuosismi al basso e con il suo songwriting scanzonato ma ricercato e mai banale, per poi procedere con un intermezzo più intimista, eseguendo con la sua band a supporto – composta da Giorgio Baldi alle chitarre, Clemente Ferrari alle tastiere, Cristiano Micalizzi alla batteria e Max ‘Dedo’ De Domenico agli strumenti a fiato – una serie di brani in versione unplugged tra cui la dolcissima “Mentre dormi”, colonna sonora del film “Basilicata coast to coast” di cui è anche interprete e “Cara Valentina” con un finale ripetuto in loop della strofa finale – “per esempio non è vero che poi mi dilungo spesso su un solo argomento” –  in cui Max si diverte ad accompagnare il pubblico con il solo basso.

Si riprende poi con il brano simbolo del fortunato album e tour del 2014 “Il padrone della festa” realizzato con i due amici di sempre Silvestri e Fabi, “L’amore non esiste” e si procede in crescendo verso il finale affidato alla hit “Vento d’estate”, dal mitico video in tandem, scritta e interpretata a 4 mani con Niccolò Fabi oramai nel lontano 1998 che valse per entrambi la vittoria a Un disco per l’estate. Il gran finale è affidato alla “Vita com’è”, singolo d’esordio di “Maximilian”, e al pezzone “Una musica può fare”.

 

Setlist

La favola di Adamo ed Eva

I tuoi maledettissimi impegni

Mille volte ancora

Un Uomo Diverso

Il solito sesso

Nulla

Su un ciliegio esterno

Teresa

Comunque vada

Raduni ovali

Ti sembra normale

Il timido ubriaco

L’uomo più furbo

Mentre dormi

Cara Valentina

L’amore non esiste

A cuore scalzo

Sotto casa

Il bagliore dato a questo sole

Vento d’estate

Annina

La vita com’è

Una musica può fare

Live Stream

1 Trackback / Pingback

  1. MAX GAZZE’ 8 Aprile Opera di Firenze – ALCHEMAYA | | Piu o Meno POP

I commenti sono bloccati.