#piuomenointerviste: un “microfono” per le novità – EDOARDO CHIESA

Photo Credits: Marta Ballestrero

A cura di Simona Luchini

Una fotografa curiosa decide di incontrare artisti emergenti e talentuosi cui porre 10 domande per conoscere meglio ogni volta una band diversa: questo è #piuomenointerviste: un “microfono” per le novità.

Edoardo Chiesa è un cantautore savonese. “Le nuvole si spostano comunque”, il suo ultimo lavoro è uscito lo scorso 19 gennaio per Dreamingorilla Records / L’Alienogatto.

 

Photo Credits: Marta Ballestrero

 

Quando nasce il tuo percorso nella musica e a cosa si deve la scelta del tuo nome

Ho iniziato con lo studio della chitarra da piccolo, e da lì in poi non ho più smesso. Il mio nome è il mio nome di battesimo, lo hanno scelto i miei genitori.

 

Una parola che caratterizzi ognuna delle tracce del tuo album

Occhi: sogno
Dietro al tempo: esplorazione
Domenica: agrodolce
Le porte: curiosità
La chiave: magia
Il filo: resistenza
Se fossi in te: osservazione
Radici: liane
Voci: consapevolezza
Un’altra vita: amore

 

La tua canzone che ami di più.

Domanda difficilissima. Posso dirti che dell’ultimo disco sono legato particolarmente ai momenti più intimi e quindi a canzoni come “Dietro al tempo” e “Voci”.

 

Come definisci la tua musica e quali sono gli artisti che ti ispirano di più?

Se proprio devo definirla, dico che è musica sincera. Sia nella scrittura che nel modo in cui ho deciso di produrla.
Gli ascolti variano a seconda dei momenti, ho sicuramente degli ascolti fissi da anni come Ivano Fossati e i the Beatles.

 

Cosa pensi del panorama musicale attuale?

Penso che in Italia ci sia molto fermento, soprattutto nell’ambito definito cantautorale. E che oggi sia molto facile produrre un disco rispetto a un tempo.
E questo equivale a dire la cosa che oramai è chiara da molti anni : che l’offerta supera la domanda.

 

Se potessi viaggiare nel tempo dove vorresti andare?

Farei sicuramente un salto negli anni 80′ per poter portare senza vergogna un “Mallet”.

 

Se potessi scegliere di collaborare con un particolare artista internazionale, chi sarebbe e perché?

In questo periodo sto ascoltando tantissimo la musica di in ragazzo Inglese, L.A. Salami. Lui secondo me riesce a rileggere la tradizione in maniera esemplare. Dentro ci riesci a trovare Dylan, Cohen, the Clash, Nick Drake, ma quello che fa non è gia sentito, è vero e potente e fresco.

 

Una domanda che faccio sempre agli artisti in promozione: perché una persona dovrebbe ascoltare il tuo disco?

Per farsi portare in altre dimensioni sensoriali. Per godere ed emozionarsi.

 

Quali sono gli obiettivi che ti sei prefissato per il futuro?

Continuare a fare ciò che mi piace e mi fa stare bene, cioè musica. In tutte le sue forme e declinazioni.

 

Cosa hai in mente per il futuro? Tour, concerti.. dacci tutte le info per poterti seguire!

Il tour è iniziato a gennaio ma proseguirà per molto. Ad ogni modo potete trovare tutte le informazioni del caso sul mio sito internet www.edoardochiesa.net

 

Redazione
About Redazione 3182 Articles
di +o- POP