Rendere ancora più magico un posto come le Terme di Caracalla, quello che la musica di Max Gazzè può fare

© Gloria Imbrono

MAX GAZZÈ
in
“ALCHEMAYA” 

Terme di Caracalla – 5 agosto

© Gloria Imbrogno

Mai fermo su se stesso, Max Gazzè porta in scena quello che appare il suo progetto artistico più innovativo, suonato con la famosa “Alchemaya Symphony Orchestra” di Praga, composta da cinquanta strumentisti e diretta dal Maestro Clemente Ferrari.

Turista del mainstream, geneticamente “outsider”, artista mai convenzionale.

E così Max sfida se stesso e parte con un originale progetto live “sintonico” che diventerà in un secondo momento un album a Febbraio 2018 – in cui mette insieme l’Orchestra sinfonica e i sintetizzatori.

“Alchimia è un termine che arriva dal greco e significa “fondere”, che è quello che accade con la combinazione fra i due mondi musicali di “Alchemaya” aggiunge Gazzè. Ma c’è di più: un vero e proprio “concept” che nasce dalla mia ricerca personale negli ultimi 20 anni su temi di storia, filosofia, fisica quantistica e dalla mia ricerca spirituale”.

 

Photostory a cura di Gloria Imbrogno

Redazione
About Redazione 3277 Articles
di +o- POP