Ti ho scritto ti amo ma non lo hai mai letto: il “TORMENTONE” di Scarda

SCARDA

“Tormentone”

(Bianca Dischi)

 

A cura di Giuseppe Visco

Tracklist:
1 Bianca
2 Palazzina Gialla
3 Giulia
4 Mai
5 Sorriso
6 Non Relazione
7 Ventanni
8 Tramonto

Uscirà il 19 Ottobre per Bianca Dischi, TORMENTONE, nuovo album di Scarda.

Personalmente mi lega a Scarda un avvenimento molto simpatico. Stavo ascoltando qualcosa su Spotify quando a un certo punto passa “Io lo so”; convintissimo fosse Brunori Sas – calabrese di lunga adozione e conterraneo di Darione nazionale – pensai “Ma Brunori ha fatto qualche canzone nuova? Bella questa, non l’avevo mai sentita!”. Guardo il telefono: Scarda. Fu così che iniziai a seguirlo.

Cantante classe 86’, al secolo Nico Scardamaglio, ricorda moltissimo Brunori: stile un po’ retrò e a tratti demodè, chitarra e baffo alla Kruger – Nobraino ndr. Col suo primo album “I piedi sul cruscotto” attira l’attenzione della critica coi suoi testi sempre mirati a descrivere la realtà, cruda e nuda. Fuori dai radar fino a qualche anno fa è nel 2014 che viene consacrato come una vera e propria realtà ricevendo la candidatura ai David di Donatello per il soundtrack del film “Smetto Quando Voglio” e una alle Targhe Tenco 2015 per la “opera prima” di cui sopra, uscita il 16 dicembre 2014. La buona fetta di pubblico conquistato lo porta in giro per tutta Italia, calcando molti palchi del belpaese. Tutto questo fino all’autunno 2017, anno in cui decide di prendersi una pausa, un periodo “libero” che porterà al nuovo album.

Un album che rappresenta “il disco della maturità” per Scarda, che punta ad imporsi sempre più nel panorama musicale italiano, ove musica di trap boys e testi no sense la fanno da padroni, col suo cantautorato leggero, piacevole ed adatto a qualsiasi orecchio, esperto o meno. Un album ove l’artista traccia le linee guida della società moderna con “Non relazione”, una società in cui non ci si vuole identificare con qualcosa bensì col suo opposto, col non essere qualcosa

“Come vuoi chiamarla questa situazione? Non vuoi definirla un’altra non relazione? Ci puntavi poco, è durata tanto, è nata per gioco e poi è finita in un pianto.”

Una vera e propria poesia accompagnata dalla sua chitarra, come quella che spesso ha accompagnato tante serate in spiaggia, come “le notti bianche, le mattine stanche”. Un album che tratta temi quotidiani: l’adolescenza, i vent’anni, la svolta che prima o poi arriva, l’amore che arriva e quello che finisce, e, infine, i tramonti infiniti che appartengono alla vita di tutti.

In anteprima il video di “Non relazione” , del quale l’artista stesso ha affermato:

“Non Relazione è essenzialmente una ballata Pop, con una chiara vena cantautorale, che accosta alcuni suoni elettronici (piano elettrico e synth) a strumenti più classici (batteria, basso e chitarra) in un equilibrio che vorrebbe semplicemente ribadirsi come “canzone pop”, al di là delle varie etichettature. Tuttavia è doveroso segnalare che i singoli che precedono questa “release” sono stati oggetto di condivisioni, illustrazioni e “cover cantate” di pagine social che fanno essenzialmente capo a una corrente comune: “indie”. A quest’ultima corrente/genere/entità sono sicuramente ricollegabili anche le line up all’interno delle quali questo progetto si è espresso dal vivo negli ultimi tempi, gli ascolti del pubblico che si sono potuti riscontrare, nonché gli artisti simili suggeriti da Spotify stesso.”

 

 

SCARDA – TORMENTONE TOUR

27 ottobre, ROMA – Largo Venue

3 novembre, MILANO – Circolo Arci Ohibò

17 novembre, TORINO – Magazzino Sul Po

22 novembre, RENDE (CS) – Mood

24 novembre, PRATO – Capanno Blackout

29 novembre, BOLOGNA – Covo Club

30 novembre, CORENO AUSONIO (FR) – Freedom

1° dicembre, MURO LUCANO (MT) – Agriturismo La Bontà

 

Redazione

di +o- POP