dEUS plays “The Ideal Crash”: una tappa a Roma a luglio

dEUS

Annunciata una data estiva a Roma per il tour del ventennale di “The Ideal Crash”

9 luglio 2019 – Roma – Villa Ada
Evento FB: DEUS plays “The Ideal Crash” • Roma – Villa Ada
Apertura porte: 20:30
Inizio concerto 21:00
Ingresso: 25€ + d.p. – bit.ly/deus_roma
Biglietti in vendita da mercoledì 20 marzo alle ore 12:00 su www.ticketone.it
Info: www.dnaconcerti.com

La band belga capitanata da Tom Barman festeggia il ventesimo compleanno dell’album che le ha aperto i cancelli dell’Olimpo della musica rock, “The Ideal Crash”, e per farlo ha intrapreso un lungo tour europeo che arriverà anche a Roma il prossimo 9 luglio.

Quando si parla dei dEUS si fa spesso riferimento a due cose: al loro stile eclettico, ricchissimo di influenze che vanno dal blues al jazz, al rock, al post rock, al punk e che si ispira a mostri sacri della storia della musica come i Velvet Underground, Leonard Cohen e Charles Mingus; oppure si fa riferimento a “The Ideal Crash”: quel loro album tanto amato pubblicato nel 1999, quello che è riuscito ad esprimere a pieno tutte le sfumature e le esigenze artistiche della band, il loro terzo album, quello dopo l’abbandono di Stef Kamil Carlens (che in seguito formerà i Moondogs Jr.), quello che ha affascinato un’intera generazione di appassionati di musica e che li ha resi celebri riconoscibili anche per le future generazioni.

L’album che quest’anno compie vent’anni e che merita una festa di compleanno lunga un intero tour nelle più grandi città europee, è stato anche ristampato in CD ed in vinile in edizione deluxe.

In tutto ciò, la band ha rassicurato i suoi fan che non si tratta di un modo come un altro per nutrire la nostalgia, visto che le studio session dedicate alla composizione del loro ottavo album sono già iniziate da un pezzo e molto probabilmente tra meno di un anno potremo già ascoltarlo.

I dEUS si dimostrano ancora una volta una band formidabile, con quasi trent’anni di attività sulle spalle (si sono formati nel 1991) e tanta voglia di celebrare la loro carriera sia onorando il lavoro che li ha resi più famosi, ma anche mantenendo alta l’attenzione dei loro fan scrivendo nuova musica.

Hanno iniziato a suonare insieme nel 1991 ma è solo nel 1994 che pubblicano “Worst Case Scenario”, il loro primo album, a cui fanno seguito “In a bar, under the Sea” nel 1996 e “The Ideal Crash” del 1999. In seguito la band farà una pausa di sei anni – eccezion fatta per una serie di concerti in Portogallo nel 2002 – riprendendo le attività soltanto nel 2005, con la pubblicazione di “Pocket Revolution”. Nel 2008 è la volta di “Vintage Point”, seguito da “Keep You Close” nel 2011 e “Following The Sea” nel 2012. Alla fine del 2014 viene pubblicata l’antologia doppia “Selected Songs 1994-2014”, che raccoglie i brani più significativi della loro discografia.

Ad ottobre 2016 il chitarrista Mauro Pawlowski annuncia la sua uscita della band, che annuncerà nel febbraio 2018 l’ingresso del chitarrista Bruno De Groote.

Leggi anche: Seta & Martello: Blonde Redhead, Einstürzende Neubauten e dEUS live @ Prato

Avatar
About redazione 1032 Articles
di +o- POP