SUCCI in tour per presentare “CARNE CRUDA A COLAZIONE”

“CARNE CRUDA A COLAZIONE” 

È IL NUOVO ALBUM DI INEDITI DI 

SUCCI 

(La Tempesta Dischi – Soviet Studio / distr. Believe)

 

TOUR DI PRESENTAZIONE

 

13/12 Bologna – Locomotiv Club *in apertura a Massimo Volume

14/12 Roma – ‘Na Cosetta

15/12 Avellino – Godot Art Bistrot

17/01 Milano – Circolo Ohibò

18/01 Buja (UD) – Circolo Henry Chinaski c/o biblioteca

24/01 Savona – Raindogs House

07/02 Cavriglia (AR) – Officina Klee

08/02 Grosseto – Spazio 72

 

SUCCI in tour per presentare “CARNE CRUDA A COLAZIONE”, il nuovo album di inediti. (leggi la recensione)

Secondo lavoro discografico a proprio nome del co-fondatore e autore dei Bachi da Pietra, “Carne cruda a colazione” vede nuovamente il lavoro di produzione di Ivan A. Rossi (Baustelle, The Zen Circus, Dimartino), che ha già lavorato sul precedente disco.

“Carne cruda a colazione” è stato presentato con un’ampia intervista su Vanity Fair ed è stato recensito da diversi periodici tra cui Internazionale, Rumore, BlowUp, Raropiù, Buscadero. Hanno parlato del disco anche diversi quotidiani come Il Manifesto, La Stampa, La Repubblica, Il Piccolo.

Succi ha presentato il nuovo album “Carne cruda a colazione” a Radio1 Music Club – con intervista e minilive – a Rai Radio Live e nel GR2 Rai, oltre che in numerose radio in frequenza regionale e locale. Inoltre, un suo concerto è stato trasmesso in diretta dall’Auditorium di Radio Popolare Network.

L’album arriva a due anni dal precedente “Con ghiaccio”, primo disco firmato Succi, dopo il vinile per sola voce in cui ha inciso i versi di Giorgio Caproni de “Il Conte di Kevenhuller” e un album di cover di brani di Paolo Conte, intitolato “Lampi per Macachi”.

Succi torna con 10 brani fatti di crudezza e amaro realismo conditi con un pizzico di ironia e pronti per essere assaporati.

L’album è stato anticipato dal video del brano “Algoritmo”, seguito dal videoclip di “Povero Zio” e dall’ultimo estratto “Cabrio”.

 

SUCCI PARLA DEL DISCO “CARNE CRUDA A COLAZIONE”

Ogni mia canzone è carne viva, te la presento cruda, battuta al coltello, pezzo dopo pezzo: una proposta che non è fuori dal mondo, solo fuori dallo schema.

Neanche gli algoritmi sanno dove collocarmi, poveracci. Sarà un difetto? Sono difettoso. Sono un prendere o lasciare.

CARNE CRUDA A COLAZIONE, per il giorno che non ne puoi più di marmellate.

La risposta al romanticismo spiccio e dozzinale dominante la qualunque. Nel Bel Paese dove tutto si risolve con il cuore, e infatti fila tutto a meraviglia, accuso troppa grazia. Piuttosto che altri zuccheri, CARNE CRUDA A COLAZIONE sbattuta fresca in faccia. E il bello della carne è che non mente, se l’ascolti non la puoi fraintendere. Lampante come le cose chiare a pelle.

Come svegliarsi e far l’amore prima di dover parlare. La carne accade.

Certo, un bel macello; come in questo disco, tutto sommato tranquillo.

Il secondo album di inediti a mio nome è un macinato a base di me stesso. Può contenere frammenti di Kraftwerk, Paolo Conte, Talking Heads, Snoop Doggy Dog, LCD Sound System, Tom Waits, Velvet Underground, Lupo De Lupis.

Tutto questo io lo chiamo rock’n’roll.

Avatar
About redazione 2310 Articles
di +o- POP