[Recensione] L’introspezione di Fantastic Negrito: “Have you lost your mind yet?”

© Matteo Leonardi

 

A cura di Giuseppe Visco

 

Fantastic Negrito

Have You Lost Your Mind Yet
(Cooking Vinyl/Egea Music/The Orchard)

 

Tracklist:

Chocolate Samurai
I’m So Happy I Cry (feat. Tank, Tank and the Bangas)
How Long?
Shigamabu Blues
Searching For Captain Save A Hoe (feat. E-40)
Your Sex Is Overrated (feat. Masa Kohama)
These Are My Friends
All Up In My Space
Justice In America
King Frustration
Platypus Dipster

 

A due anni di distanza da Please Don’t Be Dead, è in uscita il 14 Agosto Have You Lost Your Mind Yet, quinto album di Fantastic Negrito, al secolo Xavier Amin Dphrepaulezz

Già vincitore di un Grammy Award con l’album The Last Days of Oakland (2016) come miglior album blues contemporaneo nel 2018, e vincitore dello stesso premio nel 2019 per l’albumPlease Don’t Be Dead. Artista classe 68’, rappresenta già una realtà nel panorama mondiale, essendo in attività dal 1996.

L’album, in uscita per Cooking Vynil, è stato anticipato da Chocolate Samurai – video realizzato unendo filmati che i fan hanno inviato all’artista durante il lockdown.

Il disco rappresenta un faro nel mondo della musica black contemporanea, dando luce alle tematiche che coinvolgono il mondo contemporaneo. Il lavoro rappresenta anche il processo di crescita personale e professionale di Fantastic Negrito, passato da un contratto milionario a un incidente stradale che gli era stato quasi fatale. Stilisticamente parlando ci troviamo innanzi a commistione – perfetta – di generi: blues, punk, black music e roots si toccano, si scontrano, si scornano per poi abbracciarsi, offrendo come risultato un capolavoro sonoro. Il tema americano, la depressione dovuta al mondo in continua evoluzione, la tecnologia. O, meglio, la tecnocrazia: un mondo governato dai tecnici, dagli specialisti, che incidono sulla nostra vita politica, sociale e economica. Un mondo in cui lo spazio per l’arte, la semplicità, si assottiglia sempre più.

L’artista ha dichiarato che questo è probabilmente il suo lavoro più intimo: 


On the first two albums I wrote about broad topics: the proliferations of gun violence, the evil NRA, gentrification and homelessness, pharmaceutical companies that prey upon the people. On this album I wanted to write about people I knew, people I grew upwith, people whose lives I could personally affect, and whose lives have impacted me. It was the hardest album I’ve ever written’”

Un album pieno di spunti di riflessione, che si cullano su una potenza espressiva predominante. 

Album pre-order link:  https://fantasticnegrito.com/collections/audio

Fantastic Negrito in tour in Italia:

21 luglio 2021
Fiesole (FI), Estate Fiesolana, Teatro Romano

22 luglio 2021
Gardone Riviera (BS), Tener-a-mente Festival, Anfiteatro del Vittoriale

23 luglio 2021
Pordenone, Pordenone Blues Festival, Parco di San Valentino

Avatar
About redazione 2291 Articles
di +o- POP