[Musica Contro le Mafie] SOUND BOCS DIARY – Giorno 2, seconda settimana: Laura Pizzarelli

“Sound Bocs”, la prima music farm a sfondo civile di Musica contro le mafieUn percorso creativo volto a risvegliare le coscienze attraverso l’arte, la cultura e l’unione che vedrà 10 artisti impegnati nella creazione di brani inediti e originali ispirati alle tematiche e ai valori di “Musica contro le mafie”. Un progetto di residenza artistica inedito in Italia che ha preso il via il 6 Settembre durerà fino a domenica 20 settembre. Supportato da “Perchicrea” di MIBACT e SIAE, Sound Bocs gode del patrocinio del Comune di Cosenza e della Partnership di PiùomenoPop, de La voce Produzione e dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro.

Ogni artista dovrà raccontare in un diario digitale il suo quotidiano, suoi pensieri, le sue valutazioni sullo staff, sui protagonisti, suoi compagni, sui luoghi visitati, sulla gente incontrata e tanto altro. Un diario che sarà pubblicato insieme ai brani realizzati in un volume editoriale cross mediale tra contenuti testuali e musicali che saranno consultabili attraverso dei QRCode. Il volume conterrà anche le immagini dei momenti migliori della residenza “SOUND BOCS”.

 

Giorno 2, seconda settimana:  Laura Pizzarelli

Seconda giornata di Sound Bocs. Tra una pioggia e l’altra prosegue tutto alla grande.

Stamattina mi sono svegliata e, dopo aver bevuto un the e mangiato una brioche, ho fatto una breve passeggiata nei dintorni del bocs per guardare un po’ il paesaggio circostante. Qui è molto carino. C’è anche un fiumiciattolo che scorre lungo la strada. Certo, la sera questo fiume attrae un’invasione di insetti dai quali scappare (sembra esserci una una biodiversità degna di National Geografic), ma devo dire che l’atmosfera generale mi piace.

Dopo colazione c’è stato l’incontro virtuale con Roy Paci. Mi ha lasciato addosso una grande energia e penso che questo sia dovuto alla totale libertà che lui trasmette nel suo essere un musicista privo di schemi.

Finito l’incontro ho fatto una bella lezione di canto con la Coach Cecilia Cesario che mi ha dato tanti spunti interessanti per poter lavorare sulla mia voce sia questa settimana sia in futuro.

Verso le 4 di pomeriggio siamo tornati nell’Home per un incontro virtuale con un artista del mondo del rap: Kiave. Lui ci ha portato la sua visione della cultura hip hop, ci ha parlato della possibilità del rap underground e “vecchia scuola” di offrire un’opportunità positiva a tutte quei ragazzi che vivono a margini della società, salvandoli dalla criminalità e incanalandoli verso un futuro migliore.

Davvero un bellissimo messaggio rispetto ai contenuti autocelebrativi e poco sani che siamo abituati a sentire alla radio da parte di tanti altri artisti di genere musicali simili.

Conclusosi anche questo incontro, siamo tornati tutti nei Bocs e io ho lavorato con Gennaro de Rosa sulla parte testuale del mio brano e con Vladimir Costabile, Stefano Amato e altri ragazzi dello staff tecnico, sulla parte di produzione musicale. Sono molto contenta di come sta andando!

Sono tutti bravissimi e il pezzo si sta evolvendo bene 😉 Ma per adesso…niente spoiler!

 

“Bisogna lasciarsi andare alla musica senza dover per forza darsi un etichetta” –  Roy Paci

 

Link per seguire la diretta h24 https://youtu.be/4DSjjl9egTE

Leggi SOUND BOCS DIARY

Leggi tutti i nostri articoli su Musica contro le mafie

Avatar
About redazione 2310 Articles
di +o- POP