OFFLAGA DISCO PAX – Esce il 5 Ottobre il catalogo delle grafiche realizzate da ENRICO FONTANELLI, presentato in mostra a Parma

© Giulia Mazza

ESCE IL 5 OTTOBRE  

IL CATALOGO DELLE GRAFICHE DEGLI OFFLAGA DISCO PAX

realizzate tra il 2003 e il 2013 da

ENRICO FONTANELLI

© Giulia Mazza

Il Catalogo verrà presentato con una mostra a Parma nella sede di BDC

(Bonanni Del Rio Catalog) che ne ha curato la produzione

 

Sarà presentato venerdì 5 ottobre Parma il volume “Offlaga Disco Pax #1 – #163“, un curatissimo ed esaustivo catalogo d’arte dedicato alle opere grafiche, ma non solo, realizzate da Enrico Fontanelli per i suoi Offlaga Disco Pax, il trio elettrowave di Reggio Emilia che tra il 2003 e il 2013 ha caratterizzato la scena musicale indipendente italiana.

L’opera, e con essa la mostra che la accompagnerà per l’intero mese di Ottobre nella cornice del Borgo delle Colonne di Parma, ricostruisce a posteriori tutto il lavoro di Enrico Fontanelli sulle grafiche degli ODP dagli esordi nel 2003 fino al suo scioglimento, avvenuto nel 2014 in conseguenza della sua prematura scomparsa.

La stampa del catalogo era già nei desideri del suo autore e degli Offlaga Disco Pax da tempo e la pubblicazione postuma è un atto dovuto e molto sentito da parte di chi è rimasto. Il volume, prodotto da BDC – Bonanni Del Rio Catalog – che ne organizza e ospita anche la mostra – è stato realizzato attraverso i materiali originali forniti dagli stessi Offlaga Disco Pax e dalla famiglia di Enrico Fontanelli e riscopre circa 130 tavole oltre a moltissimo altro e quindi sostanzialmente tutti, davvero tutti, gli artwork esistenti ad opera di Enrico relativi agli ODP che, sull’esempio di etichette discografiche come la mancuniana Factory, numerava progressivamente: manifesti per le date dal vivo, materiale di propaganda, cartoline promozionali, libretti con i testi del gruppo fotocopiati a mano e diffusi ai concerti, flyer, inviti, pubblicità, copertine dei supporti ufficiali, ma anche alcuni eventi e oggetti simbolici della vita del gruppo, come ad esempio il furgone utilizzato per le trasferte (#85) oppure la piccola cassaforte giocattolo in cui custodivano gli incassi della vendita diretta dei dischi e del merchandising durante i tour (#69) e altre cose abbastanza sorprendenti che potrete scoprire scorrendo il catalogo.

Si tratta di un materiale, soprattutto nel periodo che va dal 2003 al 2006, poco conosciuto, diffuso in modica quantità in maniera militante e situazionista, casa per casa, strada per strada e sostanzialmente inedito per chi si fosse trovato al di fuori del limitatissimo seguito iniziale del trio e che è stato solo in minima parte ripreso dopo che Socialismo Tascabile, il loro album d’esordio, diventasse esso stesso una sorta di manifesto programmatico della scena indipendente italiana degli anni zero, ampliando di molto il loro pubblico e la loro influenza. L’idea era di rendere sempre ogni cosa riproducibile, fotocopiabile, stampabile da chiunque lo volesse, nel solco del “do it yourself” punkista.

Il catalogo, la cui realizzazione è stata curata da Andrea Scarfone (Skarfo), è arricchito dall’apparato critico di Vittore Baroni, da un intervento di Max Collini (voce e autore dei testi degli Offlaga Disco Pax) e da una articolata analisi della giornalista e scrittrice Giulia Cavaliere dedicata alla discografia degli ODP e al loro ruolo nella scena indie italiana. Tutte le tavole sono contestualizzate, con l’inserimento di didascalie in cui riaffiorano ricordi, aneddoti, episodi, curiosità e dettagli, a tratti spassosi e imprevedibili.

Dopo otto mesi di lavoro sulle fonti e negli archivi personali dei tre membri del gruppo il risultato riscontra la dedizione nel corso di un intero decennio di Enrico nel rappresentare al meglio l’immaginario e l’iconografia evocata dai testi e dalle musiche degli ODP e dalle loro scelte artistiche, musicali, culturali.

La mostra sarà ospitata negli spazi della sede di BDC in Borgo Delle Colonne n° 28 a Parma a partire dal giorno della presentazione e per quattro fine settimana consecutivi dal venerdì alla domenica con orario 18,00 – 23,00 e ingresso libero. Nei primi tre fine settimana di apertura sono previsti quotidiani appuntamenti di approfondimento con la presenza di giornalisti, addetti ai lavori, artisti, registi e il programma dettagliato degli eventi verrà comunicato a breve. Venerdì 5 Ottobre, giorno della presentazione ufficiale, hanno già confermato la loro presenza il critico Vittore Baroni e il giornalista musicale Enrico “Enver” Veronese, oltre naturalmente a Daniele Carretti e Max Collini degli ODP e a tutto lo staff di BDC.

IL VOLUME

Offlaga Disco Pax #1 – #163 viene presentato da BDC in una versione standard (Euro 40,00) e in una speciale edizione limitata di 300 copie numerate e firmate da Daniele Carretti e Max Collini inserita un cofanetto che conterrà anche un poster (#133), una cartolina originale realizzata a suo tempo per uno dei tour degli Offlaga Disco Pax e un adesivo con il logo del gruppo (Euro 70,00). Entrambe le versioni saranno su 192 pagine in formato 32x32cm, carta 150 gr. con copertina rigida e sono già disponibili in preordine a questo link: https://bdcstore.bigcartel.com/category/offlagadiscopax con la possibilità del ritiro presso la mostra nei giorni di apertura o con spedizione tracciabile. Chi aderirà al preordine e ritirerà di persona il catalogo presso la mostra riceverà un ulteriore omaggio, mentre chi richiederà la consegna a domicilio non si vedrà addebitate le spese postali.

LA MOSTRA

La mostra sarà aperta a PARMA a partire da venerdì 5 Ottobre 2018 in Borgo delle Colonne, n° 28 dalle ore 18,00 alle 23,00 con ingresso libero e resterà aperta per tutto il mese di Ottobre nei giorni di venerdì, sabato e domenica, sempre dalle ore 18,00 alle ore 23,00. Nei primi tre fine settimana di apertura sono previsti quotidiani appuntamenti di approfondimento con la presenza di giornalisti, addetti ai lavori, artisti, registi e il programma dettagliato degli eventi verrà comunicato a breve. Gli approfondimenti, gli eventi e gli incontri si terranno alle ore 21,30 e hanno già confermato la loro presenza Fabio De Luca, Emiliano Colasanti, Giulia Cavaliere, Enrico “Enver” Veronese, Vittore Baroni, Pierr Nosari, Jukka Reverberi, Lorenzo Bedini, oltre naturalmente a Max Collini e Daniele Carretti degli Offlaga Disco Pax.

© Filippo Quaranta

ENRICO  FONTANELLI

(Reggio Emilia, 08.10.1977 – 04.04.2014)

Musicista, polistrumentista, produttore, grafico e artista visivo ha iniziato il suo percorso creativo fin da adolescente militando in alcuni gruppi musicali della scena emiliana. Tra le sue esperienze giovanili più significative sono da annoverare i Kathleen’s, di cui è stato fondatore, cantante e chitarrista e che sul finire degli anni novanta hanno pubblicato un Ep per poi sciogliersi all’inizio del decennio successivo. In quel periodo Enrico ha poi suonato il basso con la band di area hardcore Mourn e la chitarra nel gruppo garage-surf Grey Morris & the Dargos. Nel 2003 da una sua intuizione nascono gli Offlaga Disco Pax, di cui è stato fondatore, tastierista, bassista e produttore artistico. Con gli Offlaga Disco Pax ha pubblicato tre album e due Ep, tra cui il pluripremiato“Socialismo Tascabile”, uscito nel marzo del 2005 e rivelatosi nel tempo uno dei dischi più importanti di quel decennio in ambito indipendente. Negli ODP è stato anche autore di tutti gli artwork, un aspetto del progetto che ha sempre caratterizzato il collettivo di Reggio Emilia, con cui Enrico ha suonato oltre quattrocento concerti negli undici anni di storia del gruppo. Nel periodo di uscita del loro secondo album Bachelite (2008), Fontanelli ha inoltre realizzato tutte le copertine della collana di monografie dedicate ai dischi più importanti della musica rock italiana degli ultimi trent’anni secondo la rivista specializzata “Mucchio Selvaggio”.

In seguito, grazie all’artwork del vinile di Gioco di Società, terzo album degli ODP uscito nel 2012, Enrico Fontanelli ha vinto il premio Best Art Vinyl Italiadi quell’anno. Nello stesso periodo ha lavorato come autore assieme al regista Pierr Nosari al documentario “Subbuteopia”, dedicato alla storia del famoso gioco da tavolo dedicato al calcio, oltre ad averne composto e suonato la colonna sonora originale. Del 2012 è anche il documentario “Rally. Polvere e Passione” del regista Fabio Mancari e di cui ha composto e suonato la colonna sonora originale. Si deve inoltre interamente a Enrico il video del brano“Respinti all’uscio” degli Offlaga Disco Pax, secondo singolo tratto dall’album “Gioco di Società” e uscito all’inizio del 2013 (soggetto, montaggio e regia). Sempre nel 2013 si è occupato della produzione artistica di “Glamour”, secondo album de I Cani, uno dei gruppi più noti e seguiti della nuova scena indipendente italiana.

Redazione
About Redazione 3226 Articles
di +o- POP