[Recensione] “La violenza della luce”, terzo album solista di Gianluca De Rubertis

A cura di Renata Rossi

Gianluca De Rubertis

“La violenza della luce”

SONY

TRACKLIST

01.VOI MICA IO
02. SOLO UNA BOCCA
03. VERSATECI DEL VINO
04. CHE CI FACCIAMO NOI
05. PANTELLERIA
06. LA VIOLENZA DELLA LUCE
07. NEL CUORE DEL CUORE
08. DIMMI SE LO SAI

 

Esce il 23 ottobre per Sony Music (RCA Numero Uno / Sony Music) “La violenza della luce” terzo album solista di Gianluca De Rubertis.
De Rubertis è conosciuto soprattutto per essere parte insieme ad Alessandra Contini del duo Il Genio. In tanti ricorderanno Pop Porno diventato un vero e proprio tormentone nel 2008, il suo geniale ritornello e il video in cui De Rubertis balla insieme ad una Alessandra Contini in gonna collegiale, ammiccante e sexy.
Successivamente De Rubertis sceglie con la via da solista di far parlare la sua anima raffinata e cantautoriale; dopo l’eleganza declamata già nel titolo con lo scorso album “L’universo elegante“, oggi il cantante aggiunge alla sua opera un registro pop più diretto e autentico. La violenza della luce è un omaggio al buio, all’oscurità che ci permette di riflettere e di comprendere le cose, anche l’immensità della luce che altrimenti può abbagliarci quando meno ce l’aspettiamo, con violenza e inganno. Nell’album vivono i colori e i contrasti tra luci e ombre, così al brillio della Sicilia fanno da contrappeso le ombre e la notte in cui tutto sembra più vivo e reale.

Il racconto di De Rubertis è reso più sincero e stimolante dalla sua voce profonda che lo avvicina a Bianconi, con in più un tocco di ironia e dissacrazione che lo rendono più simile ai grandi cantautori italiani, in primis Battiato e Gaber.
L’album inizia da Voi mica io, brano che omaggia l’amore vero e contrappone alla superficialità di tanti la profondità d’animo del protagonista. Solo una bocca è uno dei brani più riusciti, una ballata carezzevole sulla necessità di gesti che rendano sinceri i sentimenti

“Ognuno vuole solo una bocca / Che gli baci le labbra / Che lo tocchi davvero”) (“E se la mano tocca/ Fa che sia una carezza/ Che mi tocchi davvero”

Si va avanti con l’ironia di Versateci del vino che apre ad una “santa voglia di ballare” fino a Pantelleria, primo singolo del disco. Il brano è una vera e propria dichiarazione d’amore verso Pantelleria, alla sua bellezza e alla magia dell’estate e verso la Sicilia.

E il sole scopava di luce
La nuda scogliera Le terre burrose I sentieri dei nidi di ragno
Io benedicevo il tuo cuore Di fredda lamiera Tu la mia dolcezza Approntavi per l’infermeria
Brandelli d’estate Nel vento di Pantelleria

La title track è evocativa già nel titolo e traccia la strada dell’amore come l’unica da seguire, l’unica che ci possa far passare dal baratro alla luce.
In attesa che lo si possa ascoltare dal vivo, La violenza della luce potrà farci compagnia grazie ad atmosfere sognanti e il giusto appeal che il cantautorato italiano riesce sempre a regalarci.

 

Il cantautore annuncia inoltre una serie di appuntamenti live che lo vedranno impegnato nelle prossime settimane:

29/10 CASTELLO VOLANTE – Corigliano d’Otranto (LE)
30/10 MERCATO NUOVO – Taranto
27/11 ANGELO MAI – Roma (full band)
28/11 – APOLLO CLUB – Milano (full band)

Altre date saranno presto annunciate.

Redazione
About Redazione 3244 Articles
di +o- POP