[Recensione] In Purgatorio e ritorno con gli A R T I C O

a cura di: Renata Rossi

ARTICO

Uscirne Illesi
(Trubypass/Non ti seguo Records/Goodfellas/Believe Music)

 

TRACKLIST

1. Lo chiamavamo casa
2. Purgatorio
3. Frastuono
4. Errori
5. E’ finito il tempo
6. Incubi
7. Nubi
8. Puzzle
9. Quando arriverà il momento saremo stanchi
10. Ricordi
11. Schegge

L’esordio degli Artico, band calabrese che propone un post hardcore fatto di suoni ficcanti e ritmiche frenetiche a sorreggere testi diretti e incisivi, il tutto condito da un senso melodico che, di sfondo, riesce a rendere il risultato accattivante.
Nati dalla confluenza di precedenti esperienze musicali, prima fra tutte quella di Ignazio Nisticò e Yandro Estrada con i Camera 237, band di post rock il cui potenziale è, ahimè, rimasto parzialmente inespresso, gli Artico non inventano nulla e, anzi, il senso di “già ascoltato” permea ogni secondo del disco.
Tuttavia, malgrado i rimandi ai maestri del genere siano più che evidenti, il risultato complessivo non è affatto malvagio e i suoni risultano assolutamente attuali e i testi sinceri. In particolare brillano il primo singolo, “Purgatorio”, brano-manifesto con un bel carico emotivo dietro, l’impetuosa e travolgente “Quando arriverà il momento saremo stanchi” e la conclusiva “Schegge“, sospesa tra FBYC e Massimo Volume.
Registrato tra Cosenza e Milano e mixato allo Studio 73 di Ravenna da Riccardo Pasini, “Uscirne Illesi” rappresenta solo il primo passo di una band che, con la dovuta e necessaria crescita, aspettiamo con curiosità alla prova live, convinti di poterne apprezzare appieno le capacità.

 

Redazione
About Redazione 3255 Articles
di +o- POP