“EMOZIONI INCOMPRENSIBILI”, l’album che segna il ritorno dei SUPERQUARK

Quelli bravi direbbero: «Non è forte chi non cade, ma chi cadendo ha la forza di rialzarsi» (Jim Morrison, ndr). A quasi dieci anni di distanza dal loro primo disco, i Superquark tornano con l’album “Emozioni incomprensibili”.
E quella della punk-rock band romagnola è una “rinascita” più che mai veloce: 11 brani che raramente scendono sotto i 120 bpm, popolati di vivaci riff di chitarra, rullate incalzanti e cori coinvolgenti.
Ironico per un gruppo che deve il proprio nome al popolare programma televisivo di divulgazione culturale ideato e condotto dal grande Piero Angela, di certo non passato alla storia per i ritmi forsennati.
“Emozioni incomprensibili”, distribuito su tutte le principali piattaforme digitali da Duff Records, arriva dopo anni di pause, cambi di formazione e piccoli fallimenti. E anche per questo esprime la voglia di riprovarci che ha portato i quattro componenti del gruppo a chiudersi per un anno in sala prove, prima di registrare il loro ultimo lavoro.“EMOZIONI INCOMPRENSIBILI” SULLE PIATTAFORME DIGITALI

Una produzione più matura rispetto al disco d’esordio “Get for Ass” (2011), con brani più veloci e tecnici. E, stavolta, tutti in italiano. I testi erano stati concepiti in inglese, ma in fase di registrazione la band ha deciso di “convertirli” in lingua italiana. Resta costante l’ispirazione all’hardcore melodico e allo skate punk americano (Nofx, Lagwagon, No Use for a Name).
Alcune canzoni sono intime e introspettive (come “Re” o “Indaco”), altre sono veri e propri “inni” alla spensieratezza, un modo per urlare la voglia di libertà che da sempre accompagna i Superquark.

BIO
I Superquark sono una band punk-rock nata nel 2007 a Cesena, fondata da Mirko (bassista) e Laerte (chitarrista). Preso dall’entusiasmo dei due, decide di far parte del progetto come frontman Enrico (voce e chitarra). Per un lungo periodo i tre si incontrano in un garage suonando in versione acustica, senza trovare un batterista. Tuttavia, nasce il primo album intitolato “Get for ass”.
Grazie alla registrazione dell’album, i Superquark riescono ad ottenere visibilità tra gli amanti del genere e finalmente, dopo svariati cambi alla batteria, trovano un giovanissimo Filippo pronto a far parte del gruppo.
Questa formazione durerà per diversi anni, collezionando molti live nella zona, fino al momento in cui Enrico decide di andare a vivere all’estero e abbandonare il gruppo. Una decisione che sconvolgerà completamente i piani della band che deciderà di prendersi un momento di pausa.
La voglia di continuare a suonare tra i componenti rimasti era tanta e quindi, circa quattro anni fa, Matteo (secondo chitarrista per un breve periodo nei Superquark, ma soprattutto batterista nelle band romagnole La Prospettiva e Contrasto) è costretto a passare alla batteria, mentre Filippo dai tamburi passa alla voce e alla chitarra.
Con questa formazione, e dopo oltre un anno di inattività, nel 2020 i Superquark sono entrati a far parte del roster Duff Records e sono pronti a lanciare il loro secondo album, intitolato “Emozioni incomprensibili”.

FORMAZIONE

Filippo – Chitarra e voce
Laerte – Chitarra
Mirko – Basso
Matteo – Batteria

TRACKLIST

01. Inutile
02. Karaoke
03. Incubo
04. Made in Italy
05. Opportunità
06. Pensieri e parole
07. Re
08. Prostituzione intellettuale
09. Emozioni incomprensibili
10. Fax 4 sibi
11. Indaco
Avatar
About redazione 2187 Articles
di +o- POP