Calibro 35: una super Decade di grande musica

A cura di: Renata Rossi

CALIBRO 35

“Decade”

(Recordkicks/Audioglobe)

Tracklist:

1. Psycheground
2. SuperStudio
3. Faster Faster!
4. Pragma
5. Modulor
6. ArchiZoom
7. Ambienti
8. Agogica
9. Polymeri
10. Modo
11. Travelers

 

Un supergruppo, chissà quante volte abbiamo usato, anche a sproposito questa parola.
Ma i Calibro 35 lo sono, senza se e senza ma. La loro storia inizia a Milano nel 2007, quando Enrico Gabrielli decide di lasciare gli Afterhours , uno dei gruppi rock italiani di maggior successo sulla scena alternativa italiana di quegli anni, ma con un leader difficile e accentratore come Agnelli.
Il buon Enrico forma allora una nuova band insieme al chitarrista Massimo Martellotta, il batterista Fabio Rondanini e il bassista Luca Cavina, affidandosi alla produzione di Tommaso Colliva, che diventa per il gruppo fin da subito un gran valore aggiunto.
Il progetto acquista una sua identità che, partendo dall’idea di vintage, dalla interpretazione di colonne sonore dei film polizieschi anni ’70, spazia nei più diversi mondi musicali e intraprende collaborazioni importanti, tra queste quelle con Dente e Dell’era, e, spingendo sempre più il piede sull’acceleratore, riesce ad ottenere successo di pubblico e critica diventando una realtà musicale importante e insieme una band di culto.
Alla base di tutto c’è indubbiamente la grande caratura artistica dei musicisti, veri e propri virtuosi dello strumento.

Il disco, che celebra i 10 anni di attività della band, Decade, non solo continua nel solco che i lavori precedenti hanno tracciato, ma va oltre le più rosee aspettative, delineandosi già, anche se siamo ancora a febbraio, tra i dischi italiani migliori del nuovo anno.
I Calibro 35 hanno davvero fatto centro, indirizzando la loro musica, che spazia dal jazz al rock, al prog, alla psichedelia, dall’ hip hop ai ritmi ballabili, in qualcosa di unico, originale e spaziale, suonato benissimo e mai sopra le righe. Si va da brani di stampo più jazz avanguardista e sperimentale, come il pezzo di apertura Psycheground o Pragma, ad altri orchestrali come Faster Faster approdando a quelli più cinematografici, colonne sonore Morricone-style come Agogica o Travellers, il brano che chiude l’album.
Questa volta insieme alla band troviamo gli Esecutori di Metallo su Carta, ensemble fondato dallo stesso Enrico Gabrielli con Sebastiano De Gennaro che hanno contribuito a rendere più aperta e fuori dagli schemi la comune forma-canzone. Come suggerisce la copertina e il titolo di alcuni brani, SuperStudio e ArchiZoom il disco è inoltre un omaggio alle avanguardie architettoniche anni ’70.

Le suggestioni che può trasmettere il disco sono tante, come la varietà dei suoni che regalano i brani, colonna sonora di un film avvincente e imperdibile.
Se ancora non credete che i Calibro 35 siano non solo un supergruppo ma un gruppo…super, provate ad assistere ad una data del loro tour. Di seguito quelle finora annunciate.

08 febbraio: Torino @ Hiroshima mon Amour
09 febbraio: Padova @ Pedro
10 febbraio: Bologna @ Locomotiv
11 febbraio: Milano @ Alcatraz
16 febbraio: Santa Maria a Vico (CE) @ Smav
17 febbraio: Catania @ MA
18 febbraio: Catanzaro Lido (CZ) @ Officine Sonore Lido
23 febbraio: Roma @ Monk
24 febbraio: Firenze @ Auditorium Flog
25 febbraio: Genova @ Bangarang – Crazy Bul

 

Redazione
About Redazione 3200 Articles
di +o- POP