“.. and I call after your name”: l’esperienza mistica di Urali

URALI

“Ghostology”

(To Lose La Track, Malestro, General Soreness)

A cura di Giuseppe Visco

 

Tracklist:

1. A Ghost Anthology
2. Memorizu
3. Arborescence
4. One Day, A Thousand Autumns
5. Grave Of The Stars
6. Dwellers
7. The History Of Mankind On The Palm Of My Hand
8. Finale

 

Uscito il 14 gennaio per To Lose La Track, “Ghostology” è il terzo lavoro di Urali.

Dietro lo pseudonimo di Urali si cela Ivan Tonelli, artista nativo di Rimini, che dopo un album autoprodotto viene ingaggiato da To Lose La Track che nel 2016 pubblica il suo lavoro “Persona”. Il progetto viene apprezzato dalla critica e dal pubblico e sono numerose le sue apparizioni in tutta Italia, condividendo il palco con artisti del calibro di Nicolò Fabi, Verdena e FBYC.

L’album “Ghostology” viene alla luce 3 anni dopo “Persona” e dopo un anno di scomparsa quasi totale dell’artista dalla scena che ha impiegato tutto il suo tempo alla composizione dell’album. Dopo due lavori che contavano voce e chitarra, Urali ritorna sulle scene con un lavoro che incarna il concetto di gruppo.

Il lavoro “Ghostology” emerge come una serie di mini-storie ove tra fantasmi, mondi artificiali, scienze estreme nelle quali l’uomo rimane l’unica vera e propria certezza, con tutte le difficoltà portate dall’esistenza in un mondo come quello descritto da Urali. Ed è proprio la voce narrante, quella femminile, ad uscire fuori dagli schemi che ci apre la visuale su questa realtà alternativa.

 

 

 

Redazione
About Redazione 3194 Articles
di +o- POP