[Recensione] LUCA MADONIA: in cima alla Piramide

a cura di: Antonio Bastanza

LUCA MADONIA

La Piramide

(Viceversa Records)

 

TRACKLIST
01 – Allora Fallo (featuring Enrico Ruggeri)
02 – Io che non ho sognato mai (featuring Morgan)
03 – Guarda come scorre (featuring Mario Venuti)
04 – Canzone semplice (featuring Carmen Consoli)
05 – Le conseguenze che non ti aspetti (featuring Giada Colagrande)
06 – Avrei bisogno (featuring Mauro Ermanno Giovanardi)
07 – Casomai (featuring Patrizia Laquidara)
08 – I desideri non cambiano (featuring Decibel)
09 – A volte succede (featuring Brando Madonia)
10 – Quello che non so di te (featuring Franco Battiato)

 

Quello che conta veramente, le nostre necessità, le cose senza le quali smetteremmo di essere quelli che siamo, quelle che ci caratterizzano e contraddistinguono sono l’essenza della vita. Se ci pensate bene la nostra identità passa attraverso l’affermazione di quello di cui abbiamo bisogno per sentirci vivi, quelle stesse cose che quotidianamente vengono messe a repentaglio dalla frenesia che ci circonda, quelle cose spesso eteree e sfuggenti e delle quali, nel momento estto in cui riusciamo a goderne l’essenza, siamo consapevoli di non poter fare a meno.

Con buona probabilità se state leggendo questo pezzo e non siete qui perchè amici miei o di Luca Madonia, la musica è in una posizione apicale nella Piramide dei vostri bisogni, esattamente come per il buon Luca e il sottoscritto (cosa che non fa automaticamente di noi degli amici, soprattutto sapendo che vi piace Calcutta…). Partendo da quedsto presupposto il cantautore catanese torna con un disco di inediti, il decimo della sua carriera solista, che è molto più di una semplice raccolta di canzoni, non fosse altro per il fatto di essere composto esclusivamente da duetti.

“Per la scrittura nonché il titolo del disco mi sono ispirato alla “Piramide dei bisogni”di Maslow. Questi, con uno dei modelli più interessanti e dibattuti degli ultimi decenni, crea una gerarchia dei bisogni che determinano la crescita e la formazione dell’uomo durante tutta la sua esistenza. La musica e tutto ciò che vi ruota intorno ma anche la vita, la conoscenza, la salvezza, la maturità, la realizzazione personale nei rapporti umani fanno parte dei miei bisogni e tutto questo si ritrova nelle canzoni del mio nuovo lavoro. Ma “ La Piramide” è intesa anche come simbolo di elevazione, come speranza di illuminazione per raggiungere vette più alte e così capire meglio la nostra condizione terrena.”

Luca Madonia è, senza alcun dubbio, un artista cui sensibilità e ispirazione non hanno mai fatto difetto e i dieci brani de “la Piramide” non fanno altro che confermarlo. Accompagnato da un gruppo di amici più o meno recenti, oltre che dai compagni di sempre, Madonia conferma un particolare stato di grazia creativo, con canzoni dirette e sincere, ben suonate e arrangiate.

Anche la presenza dei colleghi scelti per i duetti, da Battiato, Consoli e Venuti a Mauro Ermanno Giovanardi, passando per Morgan, Enrico Ruggeri e i Decibel, e Patrizia Laquidara, con le due sorprendenti partecipazioni del figlio Brando e della regista Giada Colagrande, è tutt’altro che semplicemente funzionale alla realizzazione di una canzone. l’atmosfera che traspare dai 10 brani è decisamente quella di un gruppo di amici che si ritrovano per realizzare qualcosa di spontaneo, che nasce da rapporti umani prima che professionali e che sembra aver guidato la mano di Madonia al momento della composizione dei brani.
Un disco che merita ben più di un ascolto curioso, date retta a me.

 

 

Redazione
About Redazione 3230 Articles
di +o- POP